Browse Category

Verde Pubblico

Scattare un’istantanea dopo 15 mesi di governo del M5s a guida Raggi mette i brividi

Trasporto pubblico fantasma, con Atac alla deriva; sistema di raccolta dei rifiuti indecente e ricondotto nelle mani di Cerroni, con i piani di rilancio di Ama vanificati; illuminazione e acqua sempre più carenti, con Acea attenta soltanto agli utili dei soci; povertà in aumento e servizi sociali in irresponsabile riduzione; urbanistica servile come e più di prima sulla base delle indicazioni di Casaleggio e Grillo; scuole, strade ed aree verdi più abbandonate che mai; iniziative culturali e sportive col contagocce; gestione del patrimonio immobiliare pubblico delegata a Corte dei Conti, Prefettura e Questura; emergenza abitativa esplosiva con il Campidoglio incapace persino di spendere i 40 milioni messi a disposizione dalla Regione; bilancio capitolino in costante allarme e prossimo al dissesto finanziario; giovani con occupazioni ancora più precarie ed imprese in fuga verso Milano e altre città del nord.
Scattare un’istantanea dopo 15 mesi di governo del M5s a guida Raggi mette davvero i brividi: Roma è una città senza guida, senza cura per gli aspetti della quotidianità e senza un’idea strategica per il futuro.

Ma purtroppo non è nemmeno tutto. Di solito, a fronte delle mancanze dei livelli istituzionali, c’è sempre stato un grande attivismo di comitati, associazioni e realtà di base che, quartiere per quartiere, spesso in autogestione o in dialettica critica, hanno conquistato miglioramenti piccoli e grandi. Da quando la Sindaca Raggi si è insediata in Campidoglio, invece, non nasce più un Orto urbano, una Palestra popolare, uno spazio sociale, un luogo di condivisione del lavoro e delle competenze (coworking), un laboratorio di produzione (fab lab), un progetto di riqualificazione con la street art, mentre molte delle migliori esperienze nate e consolidate nel passato vengono aggredite e maltrattate, ora con le trappole burocratiche (è il caso di Orti urbani e di Comitati che hanno autogestito giardini e parchi) ora con i sigilli, la polizia e gli sgomberi (come è toccato a associazioni culturali, realtà del volontariato, centri sociali). Ai problemi dilaganti in ogni ambito si aggiunge insomma un’azione di mortificazione sistematica delle migliori esperienze territoriali, in una guerra non dichiarata che risparmia soltanto quei comitati e quei gruppi che accettano un ruolo da comprimari, tra sudditanza, realtà virtuale e propaganda.

Il M5s punta a sostituire con le dinamiche da setta l’anima popolare e creativa della città, ma non può vincere…

Share

Fosso delle Tre Fontane: ecco il documento fantasma!

FossoTreFontaneComunicato Stampa del 03 marzo 2016

Fosso delle Tre Fontane: ecco il documento fantasma!

 

 

“Ecco il documento inconfutabile sull’esistenza del Fosso delle Tre Fontane e sull’esigenza di tutelarlo e valorizzarlo. Ma non solo, l’Autorità vincola l’Accordo di Programma al rispetto di questa prescrizione. Il 6 agosto 2015 l’Autorità di Bacino del Tevere scrive tutto questo, tra gli altri, all’ex Sindaco Marino, all’ex Assessore Caudo ed all’ex Dirigente apicale del Dipartimento comunale Fatello. Rimane sulle rispettive scrivanie, senza essere trasmesso né al Municipio né all’Avvocatura comunale – impegnata nella difesa degli atti di ripristino della funzionalità idraulica del Fosso emessi dal Municipio – né al consulente incaricato dal Tar di stilare una relazione sull’argomento.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII

“Da giorni si stanno chiedendo i motivi di tale omissione/occultamento all’ex Assessore, ma di risposte neanche l’ombra…”  – conclude Catarci

 

Il link per visualizzare il documento fantasma:

http://andreacatarci.it/wp-content/uploads/2016/03/autorita_di_bacino_feb2016_ago2015.pdf

 

Share

San Paolo: partono le potature in via Gaspare Gozzi

potatureComunicato Stampa del 09 febbraio 2016

San Paolo: partono le potature in via Gaspare Gozzi

 

“A due anni dalla prima delle tante richieste urgenti inviate dal Municipio Roma VIII e grazie alle numerose sollecitazioni dei cittadini del quartiere San Paolo, di Associazioni e Comitati che si ringraziano vivamente, è partito il piano di potature di via Gaspare Gozzi.” – dichiarano Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII e Emiliano Antonetti, Assessore all’Ambiente del Municipio Roma VIII

“La strada è stata nei mesi scorsi al centro del problema ‘guano’ ed uno degli aspetti indispensabili per impedire il posizionarsi degli storni e dei pappagalli è il puntuale sfoltimento delle chiome dei platani presenti.”

“Su via Gaspare Gozzi il Municipio rinnova l’impegno ad affrontare le altre numerose criticità, insieme ai cittadini, a cominciare dalle condizioni indecenti del giardino Alberto Oliva. Per quanto riguarda la gestione del verde pubblico, si ritiene necessario giungere ad una profonda riforma del sistema attuale attraverso la riorganizzazione delle strutture comunali competenti, oggi inadeguate a curare il patrimonio naturale della città. Roma non può più attendere due anni per interventi ordinari e basilari come quello di via Gozzi.” – concludono Catarci e Antonetti

 

Share

Orti Urbani: a Marconi un nuovo spazio agricolo collettivo

orti_firma_2Comunicato Stampa del 28 gennaio 2016

Orti Urbani: a Marconi un nuovo spazio agricolo collettivo

“Prende il via ufficialmente un’altra esperienza di Orti urbani e condivisi nel Municipio Roma VIII, questa volta tra Largo Veratti e Lungotevere Dante, quartiere Marconi Valco San Paolo. Nascono gli orti di ‘Teodorico’.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII

“Il Municipio Roma VIII e il Comitato “Adotta un’area abbandonata e rendila verde” hanno sottoscritto una convenzione per la concessione gratuita di un’area comunale abbandonata, per la realizzazione di orti urbani. E’ la terza area, dopo quella di Via dei Trappisti e Via Aberto Guglielmotti, che il Municipio concede in comodato gratuito per coniugare il recupero di pezzi di territorio lasciati in balia del degrado con la partecipazione sociale dei cittadini e la tutela del territorio.” – prosegue Catarci

“Nonostante il Regolamento capitolino per gli Orti e Giardini Urbani sia in vigore  dalla scorsa estate, a tutt’oggi non si è dato seguito a quanto disposto per la sua attuazione con l’indizione di un avviso pubblico. Questo aspetto non ha scoraggiato il Municipio che continua a procedere nell’azione di governo locale, portando avanti tutti gli atti necessari per non vanificare gli interventi che Comitato, AMA e cittadini hanno realizzato in questo periodo per bonificare l’area e renderla utilizzabile con gli orti. Si tratta, infatti, di una assegnazione provvisoria in attesa dell’operatività del Regolamento.” – continua Catarci

“Grazie alla nascita di questa nuova esperienza nel territorio si contano ben 6 orti Urbani, tre autorizzati direttamente dal Municipi, due autorizzati dagli Uffici Centrali (Ortolino di Via del Tintoretto, orti di Tor Carbone su Via Ardeatina) ed uno realizzato da Legambiente Garbatella in Via Rosa Raimondi Garibaldi.” – conclude Catarci

Foto sottoscrizione convenzione:

http://andreacatarci.it/wp-content/uploads/2016/01/orti_firma_1.jpg

 

http://andreacatarci.it/wp-content/uploads/2016/01/orti_firma_2.jpg

 

 

Share