Browse Category

Comunicato Stampa

CATARCI: MUNICIPIO ALLO SBANDO, CONTINUIAMO L’OPPOSIZIONE

CATARCI: MUNICIPIO ALLO SBANDO, CONTINUIAMO L’OPPOSIZIONE
 

“Il Presidente del M5s del Municipio Roma VIII, Paolo Pace, ha rassicurato i cittadini sulla solidità della sua maggioranza. Sembra dunque che intenda ritirare le proprie dimissioni e proseguire. E noi facciamo lo stesso, presentando un atto sulla ‘truffa capitale’ di Piazza dei Navigatori e convocando le realtà territoriali per fare il ‘Bilancio di 10 mesi di sgoverno municipale’ “– dichiara Andrea Catarci, Portavoce Coalizione Civica e di Sinistra Municipio Roma VIII

 

“Con la risoluzione relativa a Piazza dei Navigatori si sostiene la necessità di:

• richiedere di nuovo lo sgombero immediato del Comparto dell’immobile in acciaio e vetri in piazza dei Navigatori, abusivamente occupato dalla Confcommercio s.r.l.;

• intervenire presso l’Amministrazione centrale affinché sia formalmente comunicata l’indisponibilità definitiva a concedere le autorizzazioni per la costruzione del terzo palazzo previsto nella Convenzione urbanistica a piazza dei Navigatori;

• richiedere all’Amministrazione capitolina la risoluzione in danno della Convenzione Urbanistica di piazza dei Navigatori;

• richiedere all’Amministrazione capitolina l’acquisizione al patrimonio comunale dell’albergo incompiuto di viale Giustiniano Imperatore – in tutto o in parte – a titolo di risarcimento per le opere pubbliche dovute e mai realizzate per la collettività” – continua Catarci.

“Ovvero: NO al terzo palazzo ed all’occupazione abusiva di quello in acciaio e vetro; SI alla risoluzione in danno della Convenzione ed all’acquisizione al patrimonio comunale dell’albergo incompiuto.

Perché non c’è due senza tre e, dopo gli atti proposti sull’edificazione I60 Grottaperfetta e sugli ex Mercati Generali – che hanno contribuito in maniera determinante all’esplosione della maggioranza M5s del Municipio Roma VIII – torniamo a riprendere l’iniziativa anche su Piazza dei Navigatori e sull’albergo incompiuto, visto che Presidente, Giunta e maggioranza M5s municipale non vogliono (o non sono in grado di) muovere un dito.

Infine, il prossimo 28 marzo, nella Sala consiliare del Municipio Roma VIII, in via Benedetto Croce 50, ci riuniremo in Assemblea pubblica con numerose realtà territoriali per fare il ‘Bilancio di 10 mesi di s-governo del Municipio Roma VIII'” conclude il Portavoce Coalizione Civica e di Sinistra Municipio Roma VIII

Pietre d’inciampo, il M5s dimentica la Pietra per Alberto Di Segni: vergogna

pietre-inciampo-29COMUNICATO STAMPA 11 GENNAIO 2017

 

Le pietre di inciampo sono le targhe in ottone su sampietrini incastonate nei marciapiedi delle città d’Europa, davanti alle abitazioni di persone deportate dai nazifascisti per motivi razziali, politici, militari e di orientamento sessuale. E’ dal 1995 che l’artista tedesco Gunter Demnig ha promosso l’importante e suggestiva iniziativa. A Roma ci sono già parecchie Stolpersteine, collocate un po’ in tutti i quartieri, tra cui quella nel quartiere Ostiense, in Via Bartolomeo Bossi, alla memoria di Filippo D’Agostino, sindacalista e figura storica del Partito Comunista Italiano, rinchiuso nel Carcere di Regina Coeli, deportato e assassinato a Mathausen.” – dichiara Andrea Catarci, Portavoce Coalizione Civica e di Sinistra Municipio Roma VIII
“Proprio nel quartiere Ostiense, in via del Porto Fluviale, era prevista l’installazione di un’altra pietra, tra le 24 previste a Trastevere al Ghetto, a Porta Pinciana, a Valle Giulia, ed appunto al Porto Fluviale. Avrebbe dovuto ricordare Alberto Di Segni, ebreo romano deportato ad Auschwitz, ma al Municipio Roma VIII la nuova giunta grillina non ha trovato il tempo di aprire la lettera inviata lo scorso 3 novembre 2016 e, per la prima volta dal 1995, l’iniziativa è saltata. Da oggi Roma non ha 24 nuove pietre d’inciampo come previsto, grazie al vergognoso pressappochismo del M5s del Municipio Roma VIII ne ha solo 23, mancando quella per Alberto Di Segni che va recuperata al più presto.” – conclude Catarci.

MUNICIPIO VIII, esplode M5S, 2 assessori dimessi

cattura

COMUNICATO STAMPA 11 GENNAIO 2017

 

MUNICIPIO VIII, esplode M5S, 2 assessori dimessi

“Nel clima interno ed infame di accuse incrociate, di liti furibonde e di minacce di ricorrere alla magistratura, la giunta grillina del Municipio Roma VIII dimette ufficialmente i primi due Assessori, Sandra Giuliani alla Cultura e Rodolfo Tisi all’Urbanistica” dichiara Andrea Catarci, Portavoce Coalizione Civica e di Sinistra Municipio Roma VIII.

“In sei mesi di immobilismo e danni, nel disinteresse per i quartieri e i loro innumerevoli problemi, il M5s ha già portato il nostro Municipio in piena crisi, mentre in Campidoglio la Giunta Raggi è sempre più al collasso e si confronta con faide interne e grane giudiziarie piuttosto che con i problemi di Roma”

“Non solo. In sei mesi hanno prodotto:
– democrazia
– cultura
– sociale
– difesa del territorio
e
+ clientele
+ disinteresse per i quartieri
+ sgomberi, fatti o minacciati
+ guerre interneVenerdi 13 gennaio alle ore 9.30, nella sede municipale di via Benedetto Croce 50, ci sarà un Consiglio proprio sulla (scarsa) tenuta della maggioranza grillina. Da non mancare assolutamente, perché i ‘trasparenti’ M5s intendono offuscare la realtà al punto che hanno voluto per forza mettere di mattina – per scoraggiare la partecipazione – un incontro così importante” conclude Andrea Catarci in un post su Facebook.#perRoma
#salviamoRoma
#salviamoinostriquartieri
#nonsonemmenonesti#limortacci!!!

Mentre la Prociv. Garbatella è impegnata ad Amatrice, il Presidente Pace la sfratta dal Municipio!

Comunicato Stampa del 7 settembre 2016
poloprotezionecivile5
 

“Dal 2012 le associazioni Prociv Italia Brigata Garbatella e Millennium, insieme dell’Ares 118, hanno dato vita al Polo municipale contro le Emergenze, in convenzione con il Municipio.”
“Da allora hanno svolto una costante e meritoria attività al servizio del territorio, della città e in giro per l’Italia – dalle emergenze metereologiche alla prevenzione degli incendi, dagli interventi formativi nelle scuole e nel territorio all’assistenza in casi di problematiche sociali, fino all’aiuto prezioso nelle zone terremotate del Centro Italia.”
“Un’eccellenza, non a caso riprodotta in altri Municipi ed unanimemente riconosciuta, da moltissimi ma non da tutti: non di certo dalla nuova maggioranza municipale del M5s, che per bocca del Presidente Pace ha comunicato informalmente alle realtà associative la conclusione della collaborazione, con l’invito ad andarsene dai locali di via Benedetto Croce entro il 1 ottobre.”

“Ma lo sanno cosa stanno facendo?”

“Sanno quanto è stato fatto dalle realtà associative per il territorio e quanto è importante per l’Ares 118 poter disporre di quei locali, da cui partono le ambulanze per Montagnola e l’Eur, riducendo tempi vitali di soccorso ?”

“Noi ci opporremo con ogni mezzo necessario, chi li ha votati e li sostiene non ha nulla da dire?” – dichiarazione di Andrea Catarci,Consigliere Sinistra Municipio Roma VIIII

Il triplo miracolo della Palestra Popolare di Montagnola

13087765_521110101413134_5786180543108997728_nCOMUNICATO STAMPA DEL 21 LUGLIO 2016

Il triplo miracolo della Palestra Popolare di Montagnola

Come è sempre stato fin dalla sua nascita, avvenuta sulle ceneri di un padiglione abbandonato e degradato, la Palestra Popolare Team Boxe di Montagnola continua a rappresentare un triplo miracolo, sportivo e socio-culturale. Solo pochi giorni Giovanni De Carolis si è confermato sul tetto del mondo nei pesi Supermedi a seguito del bell’incontro disputato a Berlino e tra due settimane il ventiduenne Guido Vianello inizierà l’avventura olimpica di Rio de Janeiro nella categoria dei Super Massimi: tutti e due sono cresciuti atleticamente e tecnicamente alla Team Boxe, sotto i consigli, la supervisione e gli incitamenti degli infaticabili coach Italo Mattioli e Luigi Ascani, a testimonianza di risultati talmente eccezionali da far assumere alla loro storia collettiva il sapore di una inimitabile favola umana e sportiva.

Al di là di tali eventi eccezionali, ciliegine sulla torta che seguono a decine di titoli italiani maschili e femminili, va però ricordata una quotidianità fatta di centinaia di giovani che trovano nella Palestra Popolare il luogo più adatto per fare sport, per coltivare amicizia e socialità, per percorsi di aggregazione, educazione al confronto sportivo e al rispetto reciproco. E, non da ultima, va rimarcata l’accoglienza calda che a Montagnola si riserva a chi ha alle spalle storie complicate di sofferenza ed emarginazione, spesso passate per i servizi sociali.

Con il consueto spirito popolare e inclusivo si torna subito in piazza, stavolta nel quartiere Roma 70, nell’area antistante il Barcellona Cafè, per una bella serata di agonismo e di festa, con la presenza di Giovanni De Carolis. In calendario 10 incontri per dilettanti e 2 per professionisti, con protagonisti Alessandro Lozzi e Mattia Faraoni, quest’ultimo con l’emozione aggiuntiva di salire sul ring proprio nel palcoscenico della sua Roma 70, in cui è cresciuto. E’ il primo memorial dedicato a Mario Bianchini, il pugile vissuto a Garbatella e diventato campione d’Italia e d’Europa nel 1930, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1932, campione d’Italia dei pesi medioleggeri nei professionisti del 1938, a cui l’ex Sindaco Ugo Vetere volle dedicare una strada, proprio nel luogo dove è in programma l’iniziativa, adiacente a Largo Bacigalupo e a Via Ascari, vicino a tanti altri personaggi che con Bianchini hanno fatto la storia dello sport.
C’è sempre tanto significato nelle iniziativa della Palestra Popolare Team Boxe: sport innanzi tutto, insieme a cura sociale, inclusione, cultura e memoria, valori aggiunti eccezionali di una comunità e di un territorio.

Appuntamento venerdì 22 luglio dalle ore 20 a via Mario Bianchini, quartiere Roma 70
Forza Team Boxe, viva lo sport popolare e le Palestre Popolari.