Browse Category

Comunicato Stampa

ROMA CAPITALE: valorizzare il ruolo dei Municipi!

 

“Bene ha fatto il Consiglio provinciale a vincolare il parere favorevole al Decreto per Roma Capitale allo stanziamento di  maggiori risorse per i Municipi, valorizzandone il ruolo quali organi di governo locale. Infatti, va ripreso e completato il percorso di decentramento amministrativo che la Giunta Alemanno ha drasticamente compromesso, in questi due anni, iniziando dall’autonomia di bilancio e patrimoniale – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI –.”

“L’attuazione di Roma Capitale non può e non deve essere un passaggio burocratico o il frutto di decisioni prese dall’alto. Dovrà coinvolgere tutte le istituzioni locali, i quartieri e i cittadini tutti, attraverso nuove forme di democrazia partecipata – conclude Catarci – e delineare quei Comuni Urbani che non vengono mai citati e che invece dovrebbero essere lo sviluppo e il compimento degli attuali Enti Municipali.”

Share

Mercoledì 21 ore 11.00 – Sala del Carroccio in Campidoglio Conferenza stampa del ROMA SOCIAL CLUB

Comunicato stampa del 20 luglio 2010 

“Il Municipio XI con il Presidente, Andrea Catarci, e l’Assessore al Bilancio, Andrea Beccari, parteciperanno alla conferenza stampa di  mercoledì 21 luglio alle ore 11.00 presso la Sala del Carroccio in Campidoglio su welfare e bilancio, promossa dal ROMA SOCIAL CLUB e la Rete dei welfare locali dei 19 Municipi”.

“il Roma Social Club sta denunciando:
• il ritardo drammatico in cui si trova la città in relazione alla possibilità di affrontare con una strategia complessiva di azioni di welfare, visti gli effetti che la crisi economica sta producendo nei territori dei 19 Municipi;
• la natura intollerabile dei tagli sui servizi pubblici romani (come asili nido, trasporti e mense scolastiche, biglietti di bus e metro, ecc.), degli aumenti della tassazione locale e delle tariffe per i cittadini, del blocco dei salari e degli stipendi dei lavoratori del settore pubblico, connessa alla manovra economica del Governo e alla proposta di bilancio avanzata dal sindaco Alemanno;
• l’assoluta inadeguatezza dei budget assegnati alla spesa sociale dei 19 Municipi nella proposta di delibera sul bilancio licenziata dalla Giunta Comunale;
• i tagli alla sanità operati dalla Regione Lazio, a cui si aggiunge il totale disinteresse dimostrato dalla giunta Alemanno per il funzionamento della Conferenza cittadina socio-sanitaria;
• Lo stato di abbandono in cui versano i Servizi Sociali circa il rafforzamento qualitativo e quantitativo del ruolo degli assistenti sociali e degli operatori sociali e la non stabilizzazione del personale precario;”
“Inoltre, Il Roma Social Club lancia l’allarme sulla scarsità delle risorse assegnate ai Municipi romani che:
• non consentirà di predisporre progetti di presa in carico per tutte quelle famiglie e quei cittadini a rischio di povertà per la perdita del lavoro, lo sfratto, le spese mediche, la condizione di precariato, etc.
• non consentirà di accogliere le richieste di aumento delle prestazioni da parte di utenti anziani, disabili, minori e adulti svantaggiati già in carico e dei quali in questi anni è aumentato il grado di bisogno assistenziale;
• non consentirà di intervenire sulle liste d’attesa dei disabili, degli anziani, dei minori, degli adulti svantaggiati, nonostante la condizione di indicibile sofferenza di numerosissimi casi;
• non consentirà di rispondere alla di superamento del profondo malessere, di assistenza, di attenzione del bambino e dell’adolescente, proteggendo e intensificando i servizi finalizzati all’integrazione e al sostegno in ambito scolastico.”
“E’ per questo che sosteniamo fortemente la richiesta di incremento della spesa sociale dei 19 Municipi promossa dal Social Club, per chiedere una precisa assunzione di responsabilità al Consiglio Comunale nella discussione sul bilancio di 2010, per consentire ai Municipi di avviare una programmazione sociale anticrisi.”

Dichiarano il Presidente del Municipio Roma XI, Andrea Catarci, e l’Assessore al Bilancio, Andrea Beccari

Share

Profughi Afgani: in corso lo spostamento di 141 persone in due centri di accoglienza

Comunicato Stampa del 19 Luglio 2010

Il Municipio XI, le Associazioni territoriali e le realtà dei movimenti locali ancora presenti sul posto, insieme al Consorzio Casa della Solidarietà, stanno ultimando le operazioni di trasferimento in due centri di accoglienza, Forlanini (Monteverde) e Casa della Pace (Grotte Celoni), dei 141 profughi afgani censiti in questi tre giorni nei pressi della stazione ostiense. Nel breve futuro si prevede che altre persone si aggiungano, in quanto con il poco tempo a disposizione non si è riusciti a raggiungere tutti i presenti nella zona. La Risposta odierna, seppur indispensabile, è estremamente limitata, trattandosi di posti provvisori che permetteranno unicamente di superare il caldo torrido dell’estate. Roma ha bisogno di una cultura e una pratica della accoglienza che superino queste misure-tampone e l’ostiense, in particolare, necessita di servizi permanenti, a cominciare da un centro di informazione, prima accoglienza e orientamento, per rispondere ad una situazione di arrivi e partenze che si verifica dal 2006. Pur soddisfatti del risultato, siamo consapevoli che in assenza di politiche strutturali la questione per il quartiere e per la città non è affatto risolta.

Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI

Share

Profughi afgani: da oggi alle 18.30 una sistemazione fino a settembre

 COMUNICATO STAMPA del 19 luglio 2010

“Da anni il Municipio XI e le associazioni locali, lavorando per ridurne le sofferenze, denunciano l’irreale ed inumana situazione in cui sono costretti a vivere i profughi afgani all’AIR Terminal. Dopo la manifestazione dello scorso 14 luglio, con l’occupazione dell’Assessorato Comunale alle Politiche Sociali, la Giunta Alemanno ha finalmente trovato una provvisoria sistemazione, per le 150 persone attualmente presenti nell’aerea – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio XI -.”

“Oggi dalle 18.30, gli afgani censiti dal Municipio XI saranno indirizzati in tre centri di accoglienza, dove avranno almeno un letto in cui dormire e dove potranno proteggersi dal caldo torrido. Rimane l’incognita sul futuro, in quanto non si individua una idonea soluzione alloggiativa  e l’intervento si concluderà già a settembre.”

“All’Ostiense, poi, torneranno presto altri profughi e altri richiedenti asilo che lì hanno ormai il proprio approdo naturale. Per questo occorre istituire immediatamente un presidio permanente di prima assistenza, orientamento e accoglienza – conclude Catarci –, da affidare a quelle associazioni e a quelle realtà di movimento che da sempre sono impegnate volontariamente nella zona intorno alla stazione Ostiense.”

 

Share

Degrado, sporcizia, cassonetti stracolmi, intorno alla stazione Ostiense

COMUNICATO STAMPA del 15/07/2010

“Ci ritroviamo ancora una volta a denunciare le stesse identiche condizioni di degrado, sporcizia e cassonetti stracolmi, che ripetutamente si ripresentano intorno alle strade della stazione Ostiense – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI -. Abbiamo segnalato, per l’ennesima volta, ai vertici dell’AMA l’accumulo di rifiuti, di ogni tipo, lungo le vie Bartolomeo Bossi, delle Conce, del Campo Boario, della Stazione Ostiense, del Porto Fluviale, Piazza Vittorio Bottego e la parte iniziale di Via Ostiense. Questa situazione si protrae da tempo immemore, con picchi di degrado e abbandono di pattume proprio nei mesi di luglio e agosto. I cassonetti restano  colmi per giorni e giorni, , in particolare di quelli destinati alla differenziata, con il serio rischio di esporre i cittadini a pericoli per la salute e la sicurezza.”

“Ad un contratto di servizio inadeguato, che prevede la pulizia delle strade solo tre volte al mese, in una zona centrale come quella della stazione ostiense, si aggiunge, con i suoi effetti negativi la scelta dell’AMA di dimezzare il personale presente sul territorio distraendolo su altre zone della città, motivo per cui il Municipio XI ha chiesto un incontro urgente alla dirigenza dell’AMA. A preoccuparci, infine, è il disinteresse della Giunta Alemanno alle nostre richieste di aumentare la raccolta porta a porta, di predisporre dei contenitori specifici per il vetro e la carta nelle zone dei locali notturni”

Share