Browse Category

Lotta al degrado

Scattare un’istantanea dopo 15 mesi di governo del M5s a guida Raggi mette i brividi

Trasporto pubblico fantasma, con Atac alla deriva; sistema di raccolta dei rifiuti indecente e ricondotto nelle mani di Cerroni, con i piani di rilancio di Ama vanificati; illuminazione e acqua sempre più carenti, con Acea attenta soltanto agli utili dei soci; povertà in aumento e servizi sociali in irresponsabile riduzione; urbanistica servile come e più di prima sulla base delle indicazioni di Casaleggio e Grillo; scuole, strade ed aree verdi più abbandonate che mai; iniziative culturali e sportive col contagocce; gestione del patrimonio immobiliare pubblico delegata a Corte dei Conti, Prefettura e Questura; emergenza abitativa esplosiva con il Campidoglio incapace persino di spendere i 40 milioni messi a disposizione dalla Regione; bilancio capitolino in costante allarme e prossimo al dissesto finanziario; giovani con occupazioni ancora più precarie ed imprese in fuga verso Milano e altre città del nord.
Scattare un’istantanea dopo 15 mesi di governo del M5s a guida Raggi mette davvero i brividi: Roma è una città senza guida, senza cura per gli aspetti della quotidianità e senza un’idea strategica per il futuro.

Ma purtroppo non è nemmeno tutto. Di solito, a fronte delle mancanze dei livelli istituzionali, c’è sempre stato un grande attivismo di comitati, associazioni e realtà di base che, quartiere per quartiere, spesso in autogestione o in dialettica critica, hanno conquistato miglioramenti piccoli e grandi. Da quando la Sindaca Raggi si è insediata in Campidoglio, invece, non nasce più un Orto urbano, una Palestra popolare, uno spazio sociale, un luogo di condivisione del lavoro e delle competenze (coworking), un laboratorio di produzione (fab lab), un progetto di riqualificazione con la street art, mentre molte delle migliori esperienze nate e consolidate nel passato vengono aggredite e maltrattate, ora con le trappole burocratiche (è il caso di Orti urbani e di Comitati che hanno autogestito giardini e parchi) ora con i sigilli, la polizia e gli sgomberi (come è toccato a associazioni culturali, realtà del volontariato, centri sociali). Ai problemi dilaganti in ogni ambito si aggiunge insomma un’azione di mortificazione sistematica delle migliori esperienze territoriali, in una guerra non dichiarata che risparmia soltanto quei comitati e quei gruppi che accettano un ruolo da comprimari, tra sudditanza, realtà virtuale e propaganda.

Il M5s punta a sostituire con le dinamiche da setta l’anima popolare e creativa della città, ma non può vincere…

Share

“Moby Dick, la biblioteca che verrà, è arrivata”- Domani 8 novembre ore 12 inaugurazione con Nicola Zingaretti e Massimiliano Smeriglio

14956644_10208886815862593_8114409679011823356_n‘Moby Dick, la biblioteca che verrà’ è arrivata… È in compagnia del centro di documentazione territoriale, di spazi per la formazione e per la socializzazione, di corsi per italiani e migranti… è frutto di una storia esemplare, resa possibile dal cuore grande di Garbatella e della nostra comunità locale, che si sono incontrate virtuosamente con l’intelligenza di chi dalle Istituzioni – Regione Lazio e Massimiliano Smeriglio in primis – ha creduto subito in un progetto così bello ed ambizioso da sembrare utopia.

Ora ci siamo, domani si apre, nell’edificio storico degli ex Bagni pubblici di Sabatini ristrutturato splendidamente, tra archi e mosaici che prima erano sommersi dai mobili, in uno dei rari casi in cui un Bene storico viene sottratto all’interesse ed all’uso privatistico per essere restituito alla cittadinanza per la cultura, la formazione e semplicemente per goderne della bellezza.

Lasciamo perdere le piccolezze, gli inganni, la falsità consueta e la provocazione vera e propria di chi nella politica sa trasportare solo il proprio rancore, la propria inadeguatezza e la propria bassa, pigra e stolta furbizia. Sarà il vento a spazzarli via presto..
Oggi è il tempo della soddisfazione e della felicità, per chi ritiene che l’aspirazione a trasformare e migliorare il cortile e il mondo siano parte integrante ed irrinunciabile dell’impegno e per chi in qualunque modo ha contribuito a realizzare il nostro piccolo grande sogno ed a concretizzarlo in realtà..oggi è il tempo di festeggiare ed iniziare il nuovo viaggio, con protagonismo popolare e partecipazione positiva a far sempre da stelle polari..
…grazie davvero a tutti e… forzaaaa

Save the date
Martedì 8 novembre ore 12, ex Bagni pubblici di via Ferrati 3, Garbatella, inaugurazione con Nicola Zingaretti e Massimiliano Smeriglio, Presidente e Vice Presidente della Regione Lazio

14925723_10208886815942595_2097002633645828974_n  15027493_10208886816142600_4227848769476387245_n   14938097_10208886816902619_8477262229356809471_n  14925446_10208886816862618_418660532367540705_n  14938175_10208886816022597_6349243156827590079_n

Share

Ambiente: assurdo chiudere i Parchi

parco_brinComunicato Stampa del 19 maggio 2016

“Con i Commissari ‘tecnici’ al governo siamo giunti al paradosso: si preferisce chiudere i parchi anziché provvedere alla loro manutenzione!” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII

“E’ il caso di Parco Brin sbarrato per la presenza di rami pericolanti, e del Parco Pullino dove dagli uffici del Campidoglio non si dà il nulla osta per una manifestazione artistica perché si ammette di non poter effettuare la pulizia.” – continua Catarci

Continua

Share

Albergo incompiuto: intervento dei Pompieri per spegnere un incendio + foto intervento

vigili_bidet_3Comunicato Stampa del 18 maggio 2015

Albergo incompiuto: intervento dei Pompieri per spegnere un incendio

“Si è registrato, poche ore fa, un principio di incendio all’interno dell’area dell’Albergo incompiuto nel quartiere San Paolo, tra via Giustiniano Imperatore e Via Costantino. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco, allertati dalla vigilanza presente sul posto, per domare le fiamme e spegnere sul nascere una situazione che avrebbe potuto portare a conseguenze ben più pesanti di qualche sterpaglia bruciacchiata. – dichiarano Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII e Massimo Miglio, Assessore all’Urbanistica del Municipio Roma VIII

“Nel tempo si è avuto modo di sollecitare in più occasioni la proprietà della struttura per la messa in sicurezza dell’albergo e di tutta l’area di competenza nonché è stato chiesto al Sindaco Marino e alla Giunta di acquisire a patrimonio pubblico l’edificio, in modo da farlo uscire, una volta per tutte, dallo stato di degrado e abbandono in cui è ridotto da anni.”

“Chi si trova a passare davanti a quello che viene chiamato Bidet vede un nuvolo di sterpaglie secche ovunque, rifiuti solidi sparsi qua e là, situazioni che non fanno che aumentare le possibilità, vista la calura di questi giorni, dello svilupparsi di incendi e di possibili pericoli per la salute e la sicurezza pubblica.”

“Ancora di più oggi è opportuno prevedere l’acquisizione al patrimonio pubblico – concludono Catarci e Miglio, in forma di risarcimento, dell’edificio e dell’intera area, per trasformare un bene oggi inutilizzato e fonte di degrado in qualcosa di positivo per la collettività, come un ostello per i giovani o un servizio per l’emergenza abitativa.”

 

Link per visualizzare l’intervento dei Vigili del fuoco

 

http://andreacatarci.it/wp-content/uploads/2015/05/vigili_bidet_3.jpg

 

http://andreacatarci.it/wp-content/uploads/2015/05/vigili_bidet_2.jpg

 

http://andreacatarci.it/wp-content/uploads/2015/05/vigili_bidet_1.jpg

 

http://andreacatarci.it/wp-content/uploads/2015/05/vigili_bidet_4.jpg

 

 

 

 

 

vigili_bidet_1

Share