Fernàndez Arrinda: lo si restituisca alla libertà

Comunicato Stampa 15 giugno 2012

Fernàndez Arrinda: lo si restituisca alla libertà

“Lander Fernández Arrinda militante e attivista politico spagnolo di organizzazioni giovanili basche, abitante alla Garbatella, è stato arrestato con l’irreale accusa di essere un esponente dell’Eta. Sulla base di questa sua appartenenza è stato fermato in Italia, a Roma, in un Paese che dovrebbe tutelare i diritti umani e fondamentali dei cittadini, locali o stranieri che siano. Ma come, purtroppo, è avvenuto in passato, sulla base di non si sa quali fonti ed indizi, lo si è privato della libertà. Ora Lander si trova agli arresti domiciliari per accuse che nel nostro Paese non sarebbero nemmeno prese in considerazione dalla magistratura ed addirittura la Spagna avanza una richiesta di estradizione. Ci si augura che tutta questa vicenda possa concludersi al più presto e nel miglior modo possibile, con la restituzione della libertà al giovane basco.” – Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI

stampa

Share