La Giunta Marino salva i servizi e stabilizza i precari

Comunicato stampa 13 novembre 2013

La Giunta Marino salva i servizi e stabilizza i precari

“I precari storici di Roma Capitale saranno stabilizzati grazie all’accordo siglato con le Organizzazioni sindacali per l’assunzione a tempo indeterminato di 146 persone che da oltre 6 anni prestano la loro attività con contratti a termine. Si tratta in gran parte di Assistenti Sociali, Tecnici ed Amministrativi, dislocati più nei Municipi che negli uffici centrali. Grazie al loro impegno gli Enti territoriali, come il Municipio Roma VIII, tengono in piedi diversi servizi essenziali tra cui quello più delicato dei servizi alla persona. A gennaio sarebbe scaduto il loro contratto a tempo determinato, ma grazie alle norme contenute nella Legge 125/2013 (sulla Pubblica Amministrazione) i Comuni e le Regioni possono procedere alla stabilizzazione in presenza di un contratto superiore ai tre anni e del superamento di una selezione pubblica. Il Sindaco Marino e il Vice Sindaco Nieri hanno il merito di aver chiuso l’accordo con le sigle sindacali a soli 12 giorni dalla promulgazione della legge.”

“In un colpo solo si è riusciti a dare stabilità e dignità a delle persone condannate ad una vita precaria e a garantire il funzionamento di quei servizi fondamentali maggiormente concentrati nelle sedi degli Enti Municipali.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII

stampa
Share

One Comments

  • Andrea Vacirca

    20/11/2013

    Sono felice per questi precari. L’articolo di legge grazie al quale sono stati stabilizzati, è stato scritto apposta per risolvere situazioni paradossali come quella dei precari di Roma e di noi precari della regione piemonte(vincitori di un concorso pubblico, ma precari a vita, che abbiamo scritto l’emendamento relativo insieme all’aiuto dei nostri parlamentari e di un nostro precario che si è impegnato da matti per farlo passare, dovete ringraziare andrea paschetta per questo). È assurdo che la regione piemonte non abbia ancora voluto applicarlo, sostenendo l’impossibilità di farlo per tutti noi, e che ancora non abbia presentato ai sindacati j numeri richiesti per la stabilizzazione. Onore a marino, ed in bocca al lupo ai nostri colleghi romani. Noi precari della regione piemonte, siamo in attesa e le notizie che arrivano non sono delle migliori, ma Roma dimostra che quando c’è da una parte la necessità, dall’altra la volontà politica, le soluzioni si possono trovare…speriamo anche per noi…

Comments are closed.