Il triplo miracolo della Palestra Popolare di Montagnola

13087765_521110101413134_5786180543108997728_nCOMUNICATO STAMPA DEL 21 LUGLIO 2016

Il triplo miracolo della Palestra Popolare di Montagnola

Come è sempre stato fin dalla sua nascita, avvenuta sulle ceneri di un padiglione abbandonato e degradato, la Palestra Popolare Team Boxe di Montagnola continua a rappresentare un triplo miracolo, sportivo e socio-culturale. Solo pochi giorni Giovanni De Carolis si è confermato sul tetto del mondo nei pesi Supermedi a seguito del bell’incontro disputato a Berlino e tra due settimane il ventiduenne Guido Vianello inizierà l’avventura olimpica di Rio de Janeiro nella categoria dei Super Massimi: tutti e due sono cresciuti atleticamente e tecnicamente alla Team Boxe, sotto i consigli, la supervisione e gli incitamenti degli infaticabili coach Italo Mattioli e Luigi Ascani, a testimonianza di risultati talmente eccezionali da far assumere alla loro storia collettiva il sapore di una inimitabile favola umana e sportiva.

Al di là di tali eventi eccezionali, ciliegine sulla torta che seguono a decine di titoli italiani maschili e femminili, va però ricordata una quotidianità fatta di centinaia di giovani che trovano nella Palestra Popolare il luogo più adatto per fare sport, per coltivare amicizia e socialità, per percorsi di aggregazione, educazione al confronto sportivo e al rispetto reciproco. E, non da ultima, va rimarcata l’accoglienza calda che a Montagnola si riserva a chi ha alle spalle storie complicate di sofferenza ed emarginazione, spesso passate per i servizi sociali.

Con il consueto spirito popolare e inclusivo si torna subito in piazza, stavolta nel quartiere Roma 70, nell’area antistante il Barcellona Cafè, per una bella serata di agonismo e di festa, con la presenza di Giovanni De Carolis. In calendario 10 incontri per dilettanti e 2 per professionisti, con protagonisti Alessandro Lozzi e Mattia Faraoni, quest’ultimo con l’emozione aggiuntiva di salire sul ring proprio nel palcoscenico della sua Roma 70, in cui è cresciuto. E’ il primo memorial dedicato a Mario Bianchini, il pugile vissuto a Garbatella e diventato campione d’Italia e d’Europa nel 1930, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1932, campione d’Italia dei pesi medioleggeri nei professionisti del 1938, a cui l’ex Sindaco Ugo Vetere volle dedicare una strada, proprio nel luogo dove è in programma l’iniziativa, adiacente a Largo Bacigalupo e a Via Ascari, vicino a tanti altri personaggi che con Bianchini hanno fatto la storia dello sport.
C’è sempre tanto significato nelle iniziativa della Palestra Popolare Team Boxe: sport innanzi tutto, insieme a cura sociale, inclusione, cultura e memoria, valori aggiunti eccezionali di una comunità e di un territorio.

Appuntamento venerdì 22 luglio dalle ore 20 a via Mario Bianchini, quartiere Roma 70
Forza Team Boxe, viva lo sport popolare e le Palestre Popolari.

stampa
Share