Roma senza guida e i topi ballano…

Si comunica che in attesa di derattizzazione la scuola sarà chiusa dal giorno 27 settembre‘.

Così – senza una data per la riapertura, senza aver preso una minima precauzione dopo che la scorsa primavera i topi avevano già invaso il giardino e le aule, senza che nessuna figura politica legata alla maggioranza M5s si senta in dovere di spendere una parola e di dare spiegazioni e rassicurazioni – è stata comunicata la chiusura ai genitori dei bambini che frequentano la Casa dei Bimbi di Garbatella, la splendida Scuola dell’infanzia realizzata da Innocenzo Sabbatini nel 1927 sulle ceneri di una villa rinascimentale” dichiara Andrea Catarci, Portavoce Coalizione Sinistra Municipio Roma VIII.

La struttura particolare del complesso ha bisogno costante di attenzioni preventive, in termini di pulizia e derattizzazione, che sono state colpevolmente azzerate dagli amministratori pentastellati nell’ultimo anno abbondante, con l’aggravante di aver fatto passare invano anche i mesi estivi e di dover chiudere la Scuola a poche settimane dall’apertura. A maggior ragione adesso urgono interventi rapidi ed efficaci di cura delle aule, della mensa, del grande giardino, dei numerosi sottoscala e degli spazi più nascosti” – prosegue Andrea Catarci.

Alla base del problema odierno c’è dunque la consueta superficialità mista ad incapacità. Ma d’altronde cosa ci si può aspettare da una Giunta comunale in cui l’Assessora all’Ambiente Montanari non ha mai visto un topo a Roma ed in cui la Sindaca Raggi – assunta anche la carica di Commissaria pro tempore del Municipio Roma VIII – ha deciso di continuare l’opera di distruzione/abbandono dei nostri quartieri avviata dal suo fido ex Presidente Pace, quello che dopo meno di 10 mesi si è ricordato di essere uomo di destra e si è dimesso per passare dal M5s a Fratelli d’Italia in cerca di poltrone?

Purtroppo in tutti i campi – dalla manutenzione urbana ai servizi alla persona, dalla cultura allo sport, dalla scuola all’emergenza abitativa, dall’urbanistica all’ambiente, dai trasporti ai rifiuti – dominano l’assenza assoluta di programmazione e la scarsissima conoscenza del territorio e delle sue priorità, l’arroganza supponente e bara e la mancanza di passione ed amore per la città, che è lasciata senza guida e corre velocemente e pericolosamente all’indietro.

Il M5s è nemico di Garbatella, del Municipio Roma VIII, di Roma tutta, di fronte all’evidenza solo chi non vuol vedere e gli affiliati ai blog ed agli affari di Grillo e Casaleggio possono negarlo…” conclude Catarci.

stampa
Share

Lascia un commento