Alle 5 del mattino di sabato 16 ottobre 1943 le SS rastrellano 1024 persone al Portico d’Ottavia. Due giorni dopo diciotto vagoni piombati partono dalla stazione Tiburtina, con destinazione il campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau. Solo quindici uomini e una donna, Settimia Spizzichino, faranno ritorno a casa.

Roma ripudia la barbarie nazifascista.

Mai più fascismi!

stampa

Share