“Roma Capitale: Alemanno e Calderoli giocano con Roma”

 

 Comunicato Stampa 4 agosto 2010

 “Il riconoscimento di Roma Capitale è stato un primo passo verso la definizione di un assetto politico-amministrativo della Città e della sua Provincia più adeguato alle attuali esigenze – afferma il Presidente del Municipio Roma XI, Andrea Catarci – . Dopo il primo decreto attuativo approvato dal Governo Berlusconi, le marginali modifiche ad esso apportate dal Consiglio comunale e le polemiche di ritorno da parte del Ministro Calderoli, più che ad un fondamentale processo di cambiamento istituzionale sembra di assistere ad una banale polemica sul numero dei Consiglieri e degli Assessori comunali, con divagazioni accidentali sui costi della politica. Si sta riducendo il rilevante passaggio a uno squallido teatrino, con le immancabili randellate leghiste a colpire Roma ed il consueto atteggiamento arrendevole del Sindaco Alemanno”.

 

 

“I Municipi sono accuratamente mantenuti ai margini di una discussione che invece dovrebbe averli tra i protagonisti – prosegue il Presidente Catarci -, se è vero che il loro rafforzamento e la loro trasformazione in Comuni metropolitani, insieme alla definizione della Città Metropolitana, doveva essere uno degli aspetti più rilevanti da sviluppare. Invece se ne ricorda solo la Provincia, subordinando al loro potenziamento il parere favorevole al decreto. Per il resto compaiono si fa a gara ad indovinare a quale numero devono essere ridotti: 9, 12, 15, tombola! Senza un progetto complessivo è un po’ come pensare che diminuendo il numero delle ASL si possa ridefinire il Sistema sanitario e il suo funzionamento…”

 

“Negli ultimi anni nessuno, singolo o forza politica, esprimeva dubbi circa l’opportunità di decentrare funzioni e strumenti di intervento ai 19 Municipi – conclude il Presidente Catarci – . Ora, alla prova dei fatti, tanti decentratori parolai si sono trasformati in dichiarati o silenziosi avversari degli Enti di prossimità”.

 

 

 
 
Share

“Bene i dietrofront di Alemanno, ma Roma continua a sprofondare!”

COMUNICATO DEL 29 LUGLIO 2010

“Dopo essere stato smentito da Tremonti sul prestito di 500 milioni per l’abbattimento del debito del Comune di Roma – dichiarano Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI, e l’Assessore al Bilancio Andrea Beccari – , dopo aver accettato supinamente i tagli dei trasferimenti statali a Roma (- 129 milioni nel 2011, – 210 milioni di euro nel 2012), dopo aver ingurgitato fino in fondo il diktat della Lega Nord approvando una manovra nazionale contro Roma, il Sindaco Alemanno e la sua Giunta sono costretti a fare marcia indietro e a ritirare dalla proposta di bilancio l’annunciato aumento delle tariffe per gli Asili Nido, nonché a rinviare la delibera sulle caserme”.

“Importante è anche il risultato ottenuto dai lavoratori della società Gemma che, dopo mesi di lotta, hanno portato a casa un impegno al riassorbimento, che consentirà tra l’altro di riprendere l’azione interrotta sulle pratiche di condono edilizio – continua il Presidente Catarci –. Il Sindaco ha fatto intendere che i proventi di tale attività compenseranno il mancato introito sui Nido. Siccome spesso alle parole non seguono i fatti, sarà indispensabile vigilare affinché queste compensazioni non vengano scaricate, al contrario, sui magri bilanci dei Municipi. Proprio ai Municipi, infatti, sono già stati cancellati i Piani Investimenti per le opere nel territorio, sono state tagliate risorse essenziali (come ad esempio la manutenzione scolastica, gli arredi e i materiali didattici, i prodotti farmaceutici per Nido e Scuole dell’Infanzia…), non sono state riconosciute le risorse necessarie per aprire nuove strutture scolastiche, abbattere le liste d’attesa per anziani, disabili, adulti in condizioni di svantaggio, bambini e adolescenti a rischio di abbandono scolastico e di emarginazione”.

“Su tutto questo nel bilancio di Alemanno scritto con Bossi e Tremonti – conclude il Presidente Catarci – continua a non esserci nulla! E Roma sprofonda…”

Share

Arene Cinematografiche: i Municipi prorogano il cinema all’aperto per tutta l’estate

Comunicato stampa del 29 luglio 2010 

“Anche quest’anno, con il Patrocinio dei Municipi di Roma V, Roma VI, Roma IX, Roma X, Roma XI, Roma XV, Roma XVI, Roma XVII e con il contributo DELLA PROVINCIA DI ROMA si sta svolgendo la rassegna: ‘LE ARENE DI ROMA’, iniziata l’ultima settimana di giugno.”

“L’iniziativa culturale non ha trovato né contributi economici dalla Giunta Alemanno e né, tantomeno, è stata inserita dall’Assessorato comunale alla Cultura tra le manifestazioni dell’estate romana 2010, come succedeva in passato.”

“Il grande successo di pubblico sta a dimostrare la bontà del progetto su cui hanno scommesso i Municipi, convinti che ridurre l’offerta culturale e cinematografica nei mesi più caldi si sarebbe tradotto in un danno per la cittadinanza.”

“Promuovendo l’organizzazione di arene con la proiezione di film per tutte le età a prezzi popolari, infatti, si favorisce la socializzazione anche nel periodo di chiusura della maggior parte dei servizi culturali e di intrattenimento cittadini.”

“La contrazione degli investimenti pubblici per la cultura, voluti dal Governo Berlusconi per l’Italia e dal Sindaco Alemanno per Roma, allontanano ancora di più i cittadini, già colpiti dagli effetti della crisi economica e dai nuovi balzelli locali e nazionali, dal frequentare eventi e spazi artistici. Le arene invece stanno stimolando a uscire  tantissime persone e rimarranno aperte anche ad agosto, per garantire ai numerosissimi romani che resteranno in città di usufruire di queste aree uniche nel loro genere”. 

E’ quanto dichiarano i Presidenti dei Municipi Roma V (Caradonna), Roma VI (Palmieri), Roma IX (Fantino), Roma X (Medici), Roma XI (Catarci), Roma XV (Paris), Roma XVI (Bellini) e Roma XVII (De Giusti). 

Le arene, in ordine di Municipio, sono le seguenti: ARENA DEI COLLI ANIENE, ARENA AQUILONIA, ARENA DI VILLA LAZZARONI, ARENA CINEMUNIX ALLA BELLINI, ARENA CINEMUNIX ALLA GAIO CECILIO, ARENA DI GARBATELLA, ARENA ARVALIA A VILLA BONELLI, ARENA DI MONTEVERDE e ARENA DI CASTEL SANT’ANGELO

Share

“Il Municipio XI informa”

 

Comunicato del 28 luglio 2010

 

 

“Al via il “Municipio t’informa”, un nuovo strumento per garantire una comunicazione ai cittadini tempestiva, efficace e capillare su servizi, eventi, viabilità, cantieri, sicurezza e molto altro. Il sistema di video comunicazione territoriale offre un circuito di 5 schermi al led di ultima generazione collocati nei luoghi di maggior afflusso del territorio municipale. Il progetto sperimentale della durata di 3 anni, interamente a costo zero per l’Amministrazione, prevede un palinsesto di 20 ore, articolato in fasce dedicate rispettivamente alla comunicazione istituzionale curata dagli uffici del Municipio e alla comunicazione commerciale. Ai primi 3 monitor già attivi in via Cristoforo Colombo, in viale Guglielmo Marconi e in via Ostiense, se ne aggiungeranno altri 2 che la Società A.D. Comunicazione, partner del progetto, installerà entro ottobre 2010. Alla fine del primo anno di attività, 50.000,00 euro dei proventi saranno inoltre destinati a finanziare iniziative di carattere sociale, ambientale e culturale individuate dal Municipio. I monitor costituiscono un sistema integrato con le pagine web giornalierowww.comune.roma.it/municipio/11 con cui approfondire e dettagliare le notizie diffuse attraverso il nuovo sistema. In un momento di seria difficoltà economica del Comune di Roma, il Municipio Roma XI, riesce a realizzare a costo zero un progetto innovativo che intende migliorare la relazione con i cittadini e finanziare in parte attività e servizi del Municipio stesso.” 

Il Presidente del Municipio Roma XIAndrea Catarci

Share

ROMA CAPITALE: valorizzare il ruolo dei Municipi!

 

“Bene ha fatto il Consiglio provinciale a vincolare il parere favorevole al Decreto per Roma Capitale allo stanziamento di  maggiori risorse per i Municipi, valorizzandone il ruolo quali organi di governo locale. Infatti, va ripreso e completato il percorso di decentramento amministrativo che la Giunta Alemanno ha drasticamente compromesso, in questi due anni, iniziando dall’autonomia di bilancio e patrimoniale – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI –.”

“L’attuazione di Roma Capitale non può e non deve essere un passaggio burocratico o il frutto di decisioni prese dall’alto. Dovrà coinvolgere tutte le istituzioni locali, i quartieri e i cittadini tutti, attraverso nuove forme di democrazia partecipata – conclude Catarci – e delineare quei Comuni Urbani che non vengono mai citati e che invece dovrebbero essere lo sviluppo e il compimento degli attuali Enti Municipali.”

Share