Mostra Video-Fotografica “Casa Ostiense”

E’ dal 2006 che le associazioni locali denunciano le inumane condizioni in cui sono costretti a vivere centinaia di profughi afghani nei pressi della stazione Ostiense, senza però trovare ascolto da parte dell’Amministrazione Comunale. Va ricordato al governo cittadino come a quello nazionale, che gli afgani sono tutti richiedenti asilo, perché fuggiti da una guerra da loro non scelta ma subita e in cui per di più, l’Italia è ancora, tragicamente parte attiva! Nonostante l’enorme lavoro svolto dal basso in questi anni, nonostante decine di lettere,assemblee, conferenze stampa e trasmissioni televisive con cui si è cercato di rompere il muro dell’indifferenza e dell’ostilità, allo stato attuale la situazione resta  stremamente critica per la mancanza di una qualsivoglia politica di accoglienza e d’integrazione. Il giorno 22 maggio verrà inaugurata la mostra Video-Fotografica “Casa Ostiense” Rifugiati afghani a Roma, realizzata da Medici per i Diritti Umani (MEDU) con il sostegno del Municipio Roma XI e la Provincia di Roma, la mostra sarà visitabile dal 22 maggio al 6 giugno presso il Caffè Letterario in via Ostiense, 95. In questa occasione lanciamo l’ennesimo appello in quanto all’Ostiense urgono interventi a carattere permanente: a cominciare da un centro di prima assistenza, orientamento e accoglienza, valorizzando l’opera del Municipio e delle associazioni presenti; idonee soluzioni socio-abitative per sostenere gli sforzi d’inserimento dei rifugiati.