Cartelloni pubblicitari: “per uno demolito ne spuntano dieci nuovi”

Comunicato Stampa 23 settembre 2010

“Non si può che congratularsi con la Giunta Alemanno per la rimozione di qualche decina di mega-cartelloni abusivi nel territorio del Municipio Roma XI. Peccato che negli stessi giorni siano spuntati, come veri e propri funghi, numerosi altri impianti di nuova installazione, parecchi con tanto di illuminazione, lungo viale Cristoforo Colombo, in viale Giustiniano Imperatore, nei pressi di Piazza Silvio D’Amico e in altre strade dei quartieri San Paolo e Tor Marancia, in alcuni casi proprio negli stessi luoghi in cui si sono realizzate le operazioni di smantellamento!” – dichiara il Presidente del Municipio Roma XI, Andrea Catarci –.

“Questi nuovi ‘obbrobri’ – continua il Presidente Catarci – si vanno ad aggiungere alle migliaia già presenti sul territorio tra cui, ancora in bella mostra, i 4 x 3 piazzati dentro l’area verde di viale Cristoforo Colombo, all’altezza di via Accademia degli Agiati (anch’essi con relativa illuminazione), quelli che incombono sull’asilo nido di via Veronese, già segnalato nei mesi scorsi dopo che uno di essi era caduto all’interno del giardino scolastico, quelli installati a ridosso delle piste ciclabili: casi eclatanti di permanenti vantaggi economici per operatori privati a svantaggio della sicurezza della cittadinanza e del decoro della città”.

“Oggi è necessario porre uno stop definitivo al dilagare degli impianti pubblicitari irregolari, per poi adottare domani un Piano Regolatore che raccolga le indicazioni della proposta di iniziativa popolare sottoscritta da 10.000 persone e finalizzata a modificare l’attuale regolamento (Delibera 37/2009) – conclude il Presidente Catarci –. Se il Sindaco Alemanno esige davvero un’inversione di tendenza della sua Giunta, avendo compreso di aver passato il limite e di dover tornare ad operare per la tutela della città mettendo un freno all’attuale deriva causata dalla Delibera 37/2009, non avrà problemi a partecipare all’incontro pubblico a cui è stato ufficialmente invitato dal Municipio Roma XI insieme ad associazioni e comitati.”