Servizi sociali: senza precari niente più affidamenti e adozioni!

Comunicato 12 novembre 2010

“Il 31 dicembre 2010 scadrà il rapporto di lavoro a termine di oltre 200 precari. In questo momento non è stato comunicato, né ai diretti interessati né tanto meno agli Enti territoriali, se vi sarà una proroga o un rinnovo. La differenza è sostanziale. Una proroga non comporterebbe l’interruzione del rapporto di lavoro, salvaguardando l’erogazione dei servizi e gli stipendi dei dipendenti. Il rinnovo, tra le ultime ferie da godere e l’interruzione obbligatoria di 20 giorni, porterà via il personale dagli uffici per ben due mesi, fino a oltre metà gennaio 2011, costringendo i Municipi a chiudere servizi fondamentali come quelli sociali – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI.”

“Si è segnalato al Sindaco Alemanno, ai suoi Assessori al personale e ai Servizi Sociali che, nel caso del Municipio XI, dove sono presenti 8 dipendenti a tempo determinato, senza le 3 assistenti sociali e la psicologa precarie si dovrà interrompere il servizio di adozione e affidamento dei minori. Ad oggi si hanno  in carico 174 nuclei familiari a seguito di interventi disposti dall’Autorità Giudiziaria, altri 25 sono in via di assegnazione, 44 sono, poi, le richieste di adozione e affido ancora inevase. Proprio per questa mole di lavoro, considerando che il Municipio XI non ha mai fatto ricorso a servizi in appalto esterno, si è richiesto di implementare di almeno 2 assistenti sociali l’organico. “

“La Giunta Alemanno proceda all’immediata proroga dei contratti e all’incremento degli assistenti sociali – conclude Catarci -, per permetterci di continuare a svolgere quel lavoro in tema di tutela dei minori che, tra l’altro, deriva da prescrizioni dell’Autorità Giudiziaria e non può tollerare sospensioni.”