Regione-fortezza, la Polverini fa pestare i manifestanti!

Comunicato del 6 dicembre 2010

“SE LA PIJAMO NOI LA CITTA’”, gridava con inusitata arroganza un cenerino sotto la sede della Regione di Via Rosa Raimondi Garibaldi. Anche oggi la Presidente Polverini per l’ennesima volta rifiutava di incontrare i manifestanti prevalentemente senza casa e affidava alla polizia la sua brutale risposta.

Durante l’assemblea spontanea nei pressi del cancello, numerosi manifestanti venivano malmenati ed alcuni costretti alle cure ospedaliere a seguito dei duri pestaggi. Stessa sorte è toccata ad alcuni giornalisti presenti sul posto, malgrado i tesserini bene esposti.

I manifestanti hanno poi occupato Viale Cristoforo Colombo, ancora esterrefatti per le violenze subite senza neanche i rituali preavvisi, mentre una loro delegazione è tuttora arrampicata sul tetto della Regione con uno striscione che recita: “Where is my house?”

La Polverini militarizza la città, smantella il sistema sanitario, fa pestare i manifestanti, è incapace di governare e anche solo di accettare un democratico confronto con le istanze sociali della città e della Regione tutta.

Il Presidente del Municipio Roma XI

Andrea Catarci