Manifestazioni: La generazione precaria torna in piazza, noi ci saremo…

Comunicato stampa del 20 dicembre 2010

“Il Ministro La Russa insulta e aggredisce gli studenti ad Anno Zero, il Sottosegretario Mantovano propone l’introduzione del Daspo per i manifestanti come per i tifosi, il Capogruppo PDL Gasparri invoca arresti preventivi di massa, il Sindaco Alemanno tuona contro le scarcerazioni ed annuncia l’ampliamento della zona rossa. Il centro destra è in piena crisi di nervi ed alla ordinaria ipocrisia sulla pseudo-sicurezza aggiunge quell’autoritarismo viscerale che ne è componente profonda. D’altronde tutti gli autorevoli personaggi sopra menzionati hanno avuto un passato in organizzazioni neofasciste e postfasciste!

Si scagliano contro decine di migliaia di studenti che manifestano ininterrottamente da oltre due anni contro la riforma della Scuola e dell’Università della Ministra Gelmini e che sono in prima linea a chiedere la cacciata dell’intera compagine governativa. Rispondendo alle chiamate, in tanti ci siamo confusi con loro vedendone le facce timorose e decise allo stesso tempo, leggendone lo sbigottimento nel vedere che invece dell’ascolto si incontravano gli sbarramenti della polizia, constatando che una pessima politica invece di interrogarsi si rintanava nel palazzo.

Il prossimo 22 dicembre si torna in piazza, dopo gli scontri della settimana scorsa e le reazioni dirette a negare in profondità persino l’elementare diritto di manifestare. Noi ci saremo, insieme a quella Roma che ha a cuore la democrazia sostanziale di questo Paese, che non intende lasciare sola la generazione precaria e che non è disposta a lasciarsi intimidire dalla minaccia di arresti e Daspo.”

Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI