Cartelloni pubblicitari: per il business si devastano persino strade appena riqualificate!

Comunicato del 11 gennaio 2011

“Questa mattina il Municipio Roma XI ha scritto alla ditta che sta eseguendo i lavori a Viale Giustiniano Imperatore per far rimuovere i due cartelloni pubblicitari che sono ricomparsi nella prima parte della strada, quella in cui i lavori sono già stati effettuati. Il secondo, quello più recente, occupa quasi completamente il piccolo marciapiede di circa un metro che separa le due file di parcheggi, rendendolo impercorribile. Ha sempre più dell’incredibile quello che avviene in questa città in tema di cartelloni pubblicitari. Non solo si assiste allo scempio quotidiano ed implacabile della città, a cui ha dato il via definitivo la sciagurata Delibera 37/2009, con impianti permanenti di tutte le dimensioni che sorgono come funghi e senza risparmiare aree di pregio. Non solo la Giunta Alemanno (attualmente in stand by) continua a raccontare la favoletta dei circa 30.000 cartelloni complessivi quando realisticamente si supera e di parecchio i 100.000. Ora accade che persino in zone oggetto di riqualificazione vengano installati cartelloni pubblicitari, persino mentre gli operai sono al lavoro dall’altro lato della medesima strada! Le imprese di affissioni non si fanno scrupolo di bucare marciapiedi e sedi stradali appena rimessi a nuovo, spesso con interventi particolarmente onerosi per la collettività come a Viale Giustiniano Imperatore (400.000 euro per il rifacimento della parte centrale e la sistemazione di posti auto e aiuole per le alberature). Sono frequenti i casi in cui l’installazione dei cartelloni pubblicitari renda difficoltoso o impossibile il corretto utilizzo di marciapiedi e sedi stradali. Quando ciò avviene appena le opere pubbliche sono state eseguite il danneggiamento diventa ancor più grave ed insopportabile. Ma ormai non c’è più da stupirsi di nulla nell’attuale giungla, neanche del fatto che ad infastidirsi per il fatto che la riqualificazione di strade porti con sé la rimozione dei loro cartelloni siano le aziende…

Nell’ambito di un’auspicabile ed indispensabile azione di bonifica della città da attuarsi in tempi brevi, si cominci a non autorizzare più nessuna installazione in vie appena rifatte, ricollocando altrove gli impianti prima presenti ed ora rimossi ed evitando di danneggiare onerose manutenzioni.”

Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI