“San Paolo: Patrimonio dell’umanità o area edificabile?”

Comunicato del 19 gennaio 2011

“Mentre si è in attesa degli sviluppi della denuncia presentata in procura, il Municipio XI ha organizzato un incontro pubblico sul tema del complesso edilizio fantasma del Vaticano nell’area della Basilica di San Paolo. Il concetto di extraterritorialità, i rapporti tra i due Stati, Italia e Città del Vaticano, le convenzioni Unisco e i Patti Lateranensi, oltre alla normativa urbanistica nazionale, saranno i principali temi della discussione a cui parteciperanno Mario Staderini, Avvocato e Segretario dei Radicali Italiani, Alberto Attanasio, Assessore ai lavori Pubblici del Municipio Roma XI, Giorgio Muratore, Professore di Architettura all’Università La Sapienza di Roma e la Comunità di base di San Paolo.

Finora nessuna autorità italiana ha ritenuto di dover intervenire a bloccare i 23.000 metri cubi di cemento che stanno inondando un sito considerato Patrimonio dell’umanità. A tale assordante silenzio, si è aggiunta la reazione stizzita del Sindaco Alemanno che, difendendo aprioristicamente il Vaticano, ha bollato l’azione di denuncia come demagogica. Si ritiene, al contrario, che in questa vicenda l’interesse collettivo e il bene comune vengano clamorosamente calpestati. Si tratta di comprendere se ciò avvenga nella legalità o fuori da essa.”

Il Presidente del Municipio Roma XI

Andrea Catarci