Cartelloni: dopo il Piano Regolatore Impianti Pubblicitari serve un’azione concreta

Comunicato del 2  febbraio 2011

L’approvazione del PRIP (Piano Regolatore Impianti Pubblicitari) da parte della Giunta Alemanno istituisce un sistema di regole in materia di cartellonistica pubblicitaria. Si tratta di un passo importante, che occorre immediatamente rendere concreto con l’adozione di misure attuative per impedire che tutto resti come prima, cioè che le norme restino lettera morta come avviene sistematicamente per quelle del Codice della Strada.

Il primo passo, ineludibile, è una reale azione di bonifica. La Giunta Alemanno la smetta di raccontare la barzelletta dei circa 30.000 cartelloni presenti a Roma e si attrezzi a far fronte ad una realtà che supera e di parecchio i 100.000. Da questo punto di vista sorge il dubbio che per attuare il PRIP serva una specie di Piano Marshall, o comunque una individuazione di risorse così cospicue che l’annunciata stretta economica rende perlomeno improbabile.

Secondo passo, altrettanto ineludibile, è un bando di gara per la gestione del servizio, all’insegna della trasparenza, come già avviene in molte città europee ed anche nella più vicina Napoli. In assenza di un tale accorgimento risulta inverosimile che si riesca a mettere ordine in un settore dove ad oggi operano oltre 300 aziende di affissione, alcune delle quali sembra abbiano discutibili intestatari che tanto assomigliano a prestanome. Per un impianto che si toglie, implacabilmente, dieci ne spuntano.

Allo scempio quotidiano della città favorito dalla delibera 37/09 della Giunta Alemanno, con impianti di tutte le dimensioni che sorgono come funghi e senza risparmiare aree di pregio, si sono opposti in maniera decisa associazioni, comitati, blog ed alcuni Municipi. Entro febbraio il Municipio Roma XI, insieme al blog Cartellopoli oscurato da un provvedimento giudiziario, chiamerà tutti ad un incontro pubblico per fare il punto della situazione e per decidere come proseguire le mobilitazioni contro l’invasione cartellonara.

Andrea Catarci, Presidente Municipio Roma XI