Polverini e PDL per i 91 anni della Garbatella regalano distruzione del CTO

Comunicato del 15 febbraio 2011

“Mentre la Presidente Polverini smantella il sistema sanitario pubblico e con esso l’Ospedale CTO incontrando la ferma opposizione del Municipio Roma XI e della cittadinanza locale, il centro destra territoriale balbetta incomprensibili giustificazioni pretoriane.

Spicca per fantasiose ricostruzioni la Consigliera regionale Colosimo, che malgrado la giovane età ha evidentemente la memoria corta. Dimentica, infatti, che il peggior periodo per il sistema sanitario del Lazio è legato al nome dell’ex Presidente Storace ed alle gesta leggendarie di Lady Asl, di cui si portano ancora addosso le ferite. E dimentica che  anche ai tempi della Giunta Marrazzo, come dimostrano inequivocabilmente iniziative e materiali di allora, a contrastare la mortificazione del CTO era la maggioranza di centro sinistra del Municipio Roma XI,  insieme a forze sindacali, associative e semplici cittadini. Non era certo un centro destra catatonico, ieri per incapacità, oggi per obbedienza cieca.

Quando poi la Consigliera si spinge a parlare delle prospettive per il CTO si sfiora il surreale. Che la trasformazione del Pronto Soccorso guardi ad esempi quale quello bolognese può essere una balla che il PDL racconta ai propri militanti nelle sezioni locali, per tenerli buoni, ma è una falsità. Non solo a Bologna non si sognano neppure di fare un Pronto Soccorso solo ortopedico e non traumatologico. Lì avviene che dopo la presa in carico oltre ad un rianimatore, due infermieri specializzati e un medico siano a disposizione specialisti come ortopedico, traumatologo, chirurgo, neurochirurgo e radiologo e che nel caso di operazioni si abbiano tempi velocissimi. Che c’entra tutto questo con la dismissione del CTO?

Mentre c’è chi diffonde parole in libertà alla ricerca di un’improbabile autogiustificazione, un’altra esponente famosa del PDL locale, la Ministra Meloni, si chiude in un poco dignitoso silenzio circa le sorti del CTO. Entrambe, in questi giorni in cui si festeggiano i 91 anni di Garbatella, abbiano il buongusto di limitarsi a dire quanto è bello il quartiere ed evitino di raccontare la favoletta che rientra nelle loro priorità politiche. Non risulterebbero credibili…”

Andrea Catarci

Presidente del Municipio Roma XI