Sanità: dopo il CTO tocca al Santa Lucia, Polverini fa tabula rasa

Comunicato Stampa del 23 febbraio 2011   

“Lavoratori e pazienti hanno dato vita al Coordinamento Salviamo l’Ospedale Santa Lucia, hanno avviato un presidio fisso sotto la sede della Giunta Regionale e quest’oggi faranno sentire la loro voce al Consiglio di via della Pisana. Protestano contro i tagli indiscriminati del Piano di rientro sanitario, il taglio dei posti letto e le promesse dimenticate della Governatrice, che stanno mettendo a rischio la sopravvivenza della Fondazione Santa Lucia. Reclamano il rispetto del diritto alla salute, il riconoscimento dell’alta specializzazione, il rispetto delle sentenze del TAR e del Consiglio di Stato e degli arretrati dovuti.” 

“La Presidente Polverini, con il Decreto n. 9 del 10 febbraio 2011, ha peggiorato ulteriremente la situazione dell’Istituto di eccellenza di via Ardeatina, nonostante le promesse fatte in campagna elettorale con tanto di maglietta. E’ un altro grave peggioramento per il territorio del Municipio XI, dove è già in corso la devastazione della sanità pubblica con la chiusura del Pronto Soccorso medico e del Reparto di Breve Osservazione del CTO e con il mancato investimento sui servizi territoriali, fatiscenti e inadatti.

La Polverini non perda l’occasione di ascoltare il Coordinamento Salviamo l’Ospedale Santa Lucia: potrebbe ricavarne qualche indicazione per la rivisitazione radicale di quel Piano di Riordino che anziché razionalizzare taglia selvaggiamente e mina il diritto alla salute.”

Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI