Sanità: la Polverini smantella tutto per risparmiare 30 milioni!

Comunicato del 28 febbraio 2011

Sanità: la Polverini smantella tutto per risparmiare 30 milioni!

Barelle in ogni angolo ma insufficienti, ambulanze ferme per ore e ore, strutture di Pronto Soccorso al collasso e trasformate in improvvisati reparti, pazienti per giorni in attesa di un letto o una visita. Di fronte  alle immagini della trasmissione Presa Diretta ed alle parole di rabbia e impotenza di malati, familiari, operatori e medici, l’inganno della Presidente Polverini e del PDL tutto è inequivocabilmente svelato:la sanità romana e quella regionale sono già al collasso, per aver attivato le prime azioni di quel Piano di Riordino che è solo un massacro sociale e la cancellazione del diritto alla salute. Malgrado ciò, la Polverini e il centro destra intendono irresponsabilmente proseguire sulla strada tracciata a partire dall’amputazione del Pronto Soccorso medico del CTO. Saranno responsabili di quanto succederà per la chiusura e il ridimensionamento di 24 ospedali, con altre migliaia di persone che si rovesceranno a cercare cure in una capitale già incapace di assicurare i livelli minimi di assistenza. Per 24 strutture sacrificate, per di più, non è specificato quanto sarà il risparmio, che da stime attendibili si attesterà su soli 30 milioni di euro.