Cartelloni: il PRIP non rimedia ai danni fatti!

Comunicato del 7 marzo 2011

“Con la presentazione odierna del PRIP (Piano Regolatore Impianti Pubblicitari) si è aperto il confronto tra il Comune di Roma e i Municipi in vista del parere, purtroppo solo consultivo, che questi ultimi sono chiamati ad esprimere.” Dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI

“Un ulteriore sistema di regole, oltre quelle già esistenti ma inosservate del Codice della Strada, può risultare senz’altro utile, purché preveda meccanismi attuativi che ad oggi non è dato vedere.”

“Come si  intende procedere alla bonifica di una città ogni giorno più invasa e violentata dai cartelloni pubblicitari? Come si riparerà ai danni che ha comportato la Delibera 37 del 2009 della Giunta Alemanno che irresponsabilmente ha favorito la diffusione delle strutture pubblicitarie? Come si pensa di regolare quel settore economico delle affissioni in cui si registra l’anomalia, tutta romana, della presenza di oltre 300 ditte autorizzate a installare gli impianti pubblicitari? Finché non ci si mette mano, selezionando con un bando trasparente pochi operatori, per un cartellone rimosso 20 continueranno a essere installati. Finché non si affrontano tali nodi Roma continuerà ad essere maltrattata a scopi pubblicitari per interessi di pochi.”