Sicurezza, telecamere in Provincia E solo nei Municipi di centrodestra da affaritaliani.it

// <![CDATA[
if (typeof(adv_libraryld)=='undefined'){document.write('’);}
// ]]>// <![CDATA[
if(typeof(adv_liberotest)=="undefined"){var adv_liberotest=false;}
if(typeof(adv_randomnumber)=="undefined"){var adv_randomnumber=Math.floor(Math.random()*10000000000)}
if(typeof(adv_tile)=="undefined"){var adv_tile=1}else{adv_tile++}
if(typeof(adv_opt_keys)=="undefined"){var adv_opt_keys=''}
document.write('’);
// ]]>

da affaritaliani.it

Telecamere accese giorno e notte su vie e piazze dove transitano anche cinque persone al giorno. In tema di sicurezza la Giunta Polverini non risparmia. Anzi, per molti comuni, anche di modeste dimensioni, è in arrivo una preziosa infrastruttura di video sorveglianza. Ma nella graduatoria delle erogazioni dei fondi per la sicurezza c’è posto anche per i Municipi di Roma, a patto che siano di centrodestra. E scoppia la polemica…

Il presidente del Municipio Roma XI, Andrea Catarci, denuncia favoritismi nell’assegnazione dei fondi regionali e l’esclusione automatica delle zone governate dal centrosinistra

leggi tutto l’articolo