BILANCIO: Alemanno non spende i soldi a disposizione e se la prende con i Municipi

Comunicato del 11 aprile 2011

«Il Sindaco, in pochi giorni, prima si è accorto che la sua Giunta non è stata capace di usare qualcosa come 170 milioni di euro per la cittadinanza, i cosiddetti residui passivi. Poi dai giornali ha appreso di aver emesso sette ordinanze incostituzionali, oltre che ingiuste. Infine, sempre la stampa gli ha rilevato la probabile esistenza di un clan che blocca migliaia di domande di condono edilizio irricevibili e decide cosa sanare. La conclusione di Alemanno, in linea con la logicità che lo contraddistingue, è che lui non c’entra nulla e che gli inaffidabili sono i Municipi. Il Sindaco non sa nemmeno che, per l’approssimazione gestionale di assessorati e uffici centrali del Campidoglio, la Regione Lazio vuole riprendersi 50 milioni di euro destinati alla realizzazione di opere pubbliche nei quartieri
periferici della città!»
dichiara il presidente del Municipio Roma XI, Andrea Catarci.