Gazometro: Municipio XI e Provincia di Roma ci sono, Polverini e Alemanno cosa fanno?

Comunicato dell’11 aprile 2011

“E’ ormai una settimana che i lavoratori della Conus sono in 4 sopra il Gazometro ed a centinaia sotto, a presidiare l’ingresso dell’Italgas. Protestano per l’imminente e sicuro licenziamento a cui vanno incontro tutti e 400 gli addetti, 200 a Roma e altrettanti nel resto d’Italia, se non verrà ritirato il bando di gara per la gestione del servizio di lettura dei contatori, che è stato emesso senza prevedere la clausola di salvaguardia occupazionale e senza tutelare personale con ultradecennale esperienza.”

“La Provincia di Roma si è esposta direttamente per evitare un’ulteriore e gravissima crisi occupazionale e, nelle persone del Presidente Zingaretti e dell’Assessore al Lavoro Smeriglio, incontrerà in un tavolo istituzionale i vertici Eni/Italgas. E’ tanto più importante in quanto, fino a questo momento, non sono arrivati segnali positivi dalla proprietà. Né c’è stato un qualche interessamento delle Giunte di Regione e Comune, con Polverini ed Alemanno completamente disinteressati alla vicenda, come se non fosse affar loro: né una parola, né una visita, né un accenno di mediazione di rilevanza pubblica.”

“Per quanto ci riguarda, anche stasera il Municipio Roma XI sarà in Via del Commercio, al presidio, per far sentire il calore di un territorio che si è stretto intorno alle lavoratrici e ai lavoratori Conus. E per cenare assieme auspicando un epilogo positivo.”

Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI