Afghani: alla Protezione Civile non compete l’intervento umanitario

Comunicato del 15 aprile 2011

Si comunica che quanto richiesto non è di nostra competenza… Con questo breve messaggio la Protezione Civile di Roma Capitale ha risposto alla richiesta avanzata dal Municipio Roma XI, di qualche giorno fa, per la predisposizione di alcuni bagni chimici presso l’insediamento dei rifugiati Afghani alla stazione ostiense. Che la Protezione Civile fosse impegnata su servizi come l’organizzazione dei grandi eventi e la gestione di servizi che poco hanno a che fare con il suo know how originario lo si era ampiamente intuito, ma che avesse completamente rinunciato agli interventi umanitari desta un reale allarme e costituisce un’amara sorpresa.”

“Nonostante questa sgradevole pagina, l’impegno del Municipio Roma XI e dell’Associazioni territoriali ha portato un importante risultato. Dal prossimo 19 aprile riaprirà la Casa Della Pace, che fino allo scorso marzo aveva garantito ospitalità ai profughi per poi essere irresponsabilmente chiusa dalla Giunta Alemanno.”