San Paolo: decine di persone rimosse come animali

Comunicato del 15 aprile 2011

“L’ennesima puntata della squallida, disumana e costosa fiction sullo sgombero degli insediamenti di senza fissa dimora è andata in onda questa mattina a Lungotevere San Paolo, zona a rischio esondazione nei pressi della Basilica. Attori protagonisti il Sindaco Alemanno e il Delegato alla Sicurezza Ciardi, che si sono presentati di buon ora sul posto e, ad uso esclusivo di taccuini e telecamere, senza neanche dare comunicazione della dispendiosa parata al Municipio competente, hanno dato il via all’abbattimento delle baracche.

Dalla fiction si passa rapidamente al dramma: come di consueto, dopo che donne e bambini hanno rifiutato di andare al CARA per non dividersi dal resto della famiglia, oltre un centinaio di persone (anche se quelle censite sono meno di 50) caricano le proprie povere cose su spalle, carrelli e passeggini e si allontanano a piedi, alla ricerca di un altro angolo di città dove tentare di sopravvivere. Sempre lo stesso film, con il medesimo risultato: l’aggravarsi delle tragedie individuali, la riproposizione di altri insediamenti di fortuna poco distante e lo sperpero di denaro pubblico, con i tronfi commenti del centro destra capitolino a suggellare quel mix di arroganza, autoritarismo e incompetenza che sta peggiorando ogni giorno di più la nostra città.

Il Sindaco se ne va, i poveri braccati sono fuggiti come da copione, lo spettacolo è terminato, decine di migliaia di euro sono andate in fumo per la propaganda e non ci sono per le politiche sociali. Vergogna!”

Andrea Catarci, Presidente Municipio Roma XI