Asili: meno qualità e più liste di attese

Comunicato stampa 02 settembre 2011

“La Giunta Alemanno procede nella sua inadeguata gestione, che non risparmia personale e strutture scolastiche e resta sorda dinanzi alle rimostranze  di organizzazioni sindacali, Enti Territoriali, maestre e famiglie, che da giorni manifestano contro la volontà della Presidente della Regione Polverini di ridurre gli asili in dei veri propri pollai. L’Assessore capitolino alla Scuola De Paolo si è affrettato a comunicare che le liste di attesa sono diminuite, ma dimentica di dire che da tre anni a questa parte i Piani Investimenti dei Municipi sono bloccati e con essi la realizzazione di nuove strutture scolastiche e la manutenzione straordinaria di quelle esistenti. Sul territorio rimane in piedi la sola ristrutturazione dell’Asilo Armonia in zona Roma 70, con i lavori attualmente in fase di progettazione. Ma lo stesso De Palo si è già detto indisponibile all’apertura del nido in questione per mancanza del personale necessario. Se è vero quanto afferma il Presidente Bonelli, circa l’apertura di 4 nuovi nidi in tre anni di Giunta Alemanno nel Municipio IV, le irresponsabili e illogiche scelte sulle sorti dell’Asilo Armonia risultano ancor più odiose. Gli sforzi per abbattere le liste di attesa, evidentemente, sono concentrati unicamente nei Municipi a guida centro destra escludendo quelli guidati dal centro sinistra…” dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio XI 

“Abbassando gli standar qualitativi, sommati agli interventi già effettuati sull’aumento delle rette e la riduzione dell’orario di apertura, si sta spingendo la cittadinanza verso le strutture private, confessionali e non.” –

“Il Municipio Roma XI si oppone con decisione a queste politiche scellerate – conclude Catarci –, e sarà al fianco delle educatrici e delle famiglie nelle mobilitazioni contro i nidi pollaio.”