Garbatella, in corteo fino all’ex deposito Atac

Comunicato Stampa del 4 novembre 2011

“Se non si conoscesse Alemanno e la provenienza politico-culturale di tanta parte della sua maggioranza verrebbe da chiedersi cosa stia succedendo a Roma. Studenti schedati in massa e caricati dalla polizia, sfratti aggressivi ed intimidazioni verso persone in emergenza abitativa, ritorno delle violenze squadristiche di stampo neofascista, ordinanze che restringono il diritto a manifestare, il Circo Massimo invaso da mezzi militari e dalla tronfia retorica che li accompagna.

A seguito dello sgombero dell’ex deposito Atac, domani un pacifico corteo di protesta sfilerà da Garbatella a San Paolo. Servirà per spiegare che nei mesi di occupazione si è discusso e si è concretamente provato a sperimentare un riutilizzo sociale della struttura, dopo i lunghi anni di abbandono e degrado in cui è stata lasciata. Servirà per avvisare Atac e Giunta Alemanno, capaci solo di mandare la polizia a soffocare una fabbrica di idee, che le mobilitazioni contro il loro indegno piano speculativo di alienazione del patrimonio pubblico sono tutt’altro che terminate. Servirà a dire che il clima cupamente antidemocratico che domina in città non durerà a lungo. Come non durerà a lungo la stagione di quel centro destra che da Roma all’Italia sta producendo danni paragonabili a quelli arrecati dalla crisi economica globale”

Andrea Catarci

Presidente Municipio Roma XI