Piscine San Paolo: a parziale risarcimento dei danni subito la struttura al territorio!

 

Comunicato del 29 novembre 2011

 

“La ricostruzione della vicenda relativa al Polo natatorio di Valco San Paolo, fatta attraverso foto, video e parole, grazie al lavoro compiuto da Corrado Zunino e Vittorio Romano, lascia senza parole. Le telefonate da cui si evince chiaramente la malafede della ditta incaricata e dell’intera cricca, le tante responsabilità che ne hanno coperto l’operato, prima e dopo i Mondiali di Nuoto dell’estate 2009, i loschi affari ai danni della collettività: c’è tutto questo nell’operazione Polo Natatorio. La pessima operazione è stata imbastita sotto la Giunta Veltroni, con l’idea di affiancare all’evento mondiale una riqualificazione e moltiplicazione delle strutture sportive assolutamente mal gestita. Viene continuato dal 2008 con Alemanno Sindaco in un crescendo di danni alla collettività e sperpero del denaro pubblico che forse già si prevedevano affidando la gestione del tutto alla Protezione Civile, agendo nel segreto e nel informalità.

Da ultimo, risultano tragicomiche le scomposte reazioni di Alemanno e della sua Giunta, quando il Sindaco nega persino che il Comune abbia partecipato all’inaugurazione e quando poi garantisce l’impossibile riqualificazione di una struttura ampiamente degradata in 4-6 mesi.

Viene da chiedere dove fosse dall’estate 2009 e perché non abbia voluto vedere l’abbandono colpevole. Invece di ringraziare il Municipio XI della denuncia, perché lui stesso si è inalberato in contraddittorie affermazioni? Perché Roma Capitale non è ancora schierata contro la grande abbuffata di Valco San Paolo ed indignata per il furto del denaro pubblico e i danni al territorio?

Le domande hanno naturalmente natura retorica… Proseguendo nell’intento di far chiarezza sulla brutta storia, il Municipio XI torna a chiedere in tempi rapidi la restituzione dell’impianto al territorio, a parziale risarcimento dei disagi subiti in questi anni.”  

Il Presidente del Municipio Roma XI, Andrea Catarci