Una fiaccolata per Christian

Comunicato del 15 dicembre 2011

“Christian De Cupis è stato arrestato dalla Polizia ferroviaria ed è morto dopo tre giorni in un reparto per detenuti a Viterbo. Tanti continuano ad essere i punti oscuri della vicenda: cosa è accaduto nelle sei ore trascorse negli uffici della Stazione Termini a seguito del fermo? Come si è procurato le lesioni? Perché quell’inusuale giro di ospedali, prima al Santo Spirito e poi a quello viterbese di Corcolle? Dove sono finiti gli indumenti a contatto con le ferite, maglietta, felpa, slip e calzini, visto che alla famiglia sono stati restituiti solo giubbino, pantaloni e scarpe?

Alcune foto scattate con il telefonino mettono in evidenza lividi all’altezza della nuca, sulle spalle, sulle mani, l’occhio sinistro tumefatto, ferite sulla fronte e ancora sulla nuca.

A distanza di più di un mese dal tragico epilogo, per impedire che prevalga il silenzio e la noncuranza, per sapere come si è conclusa la sua breve e difficile vita, i familiari, gli amici ed i tanti che si sono ritrovati nel Comitato Verità e Giustizia hanno organizzato una fiaccolata nel quartiere di Garbatella, da Piazza Sauli a Piazza Biffi, dove abita la famiglia di Christian, con un appello che inbizia così: Non so praticamente nulla di lui. So che aveva trentasei anni e che abitava a Garbatella. Che il 9 novembre è stato arrestato vivo e che il 12 novembre è stato rilasciato morto“.

Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI

 

Appuntamento: Venerdì 16 novembre, partenza da Piazza Sauli alle ore 18