Dimensionamento scolastico fuori dagli interessi personal-politici

 

“Il dimensionamento scolastico voluto dall’ex Governo Berlusconi sta arrecando un ulteriore danneggiamento della scuola pubblica. Dopo avere a più riprese criticato l’indirizzo generale, il Municipio Roma XI ha operato nell’ambito territoriale per ridurre gli svantaggi. Si è scontrato con la consueta approssimazione della Giunta Alemanno, che è arrivata a manipolare i numeri degli alunni presenti nelle scuole: gli iscritti alla Scuola Media Statale Di Giacomo non sono 360 ma 211 e quelli alla Scuola Media Statale Odescalchi non sono 242 ma 150, per un totale di poco superiore ai 900 e non di 1.177.

Quando si è presa visione delle erronee cifre e delle superficiali considerazioni presenti nell’atto della Giunta, non si è pensato ad un semplice errore del Ministero o di Roma Capitale, che comunque sarebbe gravissimo, ma ad una delle varie manovre fatte per garantire un interesse particolare, finalizzata ad assecondare gli interessi personal-politici di un consigliere comunale che vive nella zona. Che fosse proprio così anche in questo caso lo hanno poi confermato le parole del consigliere Gazzellone, piene della classica coda di paglia e intente a rivendicare un pasticcio di proporzioni considerevoli…Da mesi si sta adoperando avendo a cuore unicamente le sorti dell’ITC Montezemolo, dimenticando la funzione pubblica che ricopre per la città tutta e non per un pezzettino di essa.

Con la consueta responsabilità il Municipio Roma XI sta tentando di porre un estremo rimedio ed ha scritto a Regione Lazio, Provincia di Roma e Roma Capitale suggerendo di riprendere le soluzioni già proposte o, in alternativa, di dar vita subito ad un tavolo di lavoro per far prevalere gli interessi generali. Restiamo in attesa di risposta…” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio XI