Governance Poll, Alemanno nelle retrovie nonostante la propaganda ODL, primi De Magistris e Zedda

Comunicato del 16 gennaio 2012

“Nonostante un recupero di 4 punti percentuali rispetto al 2010, Gianni Alemanno si piazza al quarantaquattresimo posto nella Governance Poll 2011 del Sole 24 Ore, la speciale classifica in cui si misura il consenso ottenuto da Sindaci, Presidenti di Provincia e di Regione nell’anno che si è appena chiuso. Per il PDL è sufficiente tale dato per cantar vittoria e gridare alla ripresa di consensi di una maggioranza capitolina che è sempre più allo sbando e sempre più dannosa per la città. In realtà una posizione così arretrata per il rappresentante istituzionale che più di ogni altro ha l’attenzione dei media, per il fatto di essere alla guida della Capitale, è una conferma del basso profilo dell’esperienza politico-amministrativa a cui sta dando vita il PDL capitolino.

Gli elementi più significativi sono di tutt’altro segno: Luigi De Magistris e Massimo Zedda, Primi Cittadini rispettivamente di Napoli e Cagliari, con il 70% e il 66% dei consensi si classificano al primo ed al secondo posto, in contesti urbani particolarmente complicati che rendono ancor più significativa la connessione sentimentale stabilita con la comunità territoriale. Al massimo tra poco più di un anno, nella primavera 2013, anche Roma avrà la possibilità di riprendersi dalla sbornia securitaria che ha portato all’elezione di Alemanno ed indicare con chiarezza alle urne una strada diametralmente opposta a quella attuale, nella consapevolezza dell’inadeguatezza complessiva, del servilismo verso i potenti e dell’autoritarismo verso i deboli che caratterizzano la destra capitolina”

Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI