Asili Nido: da Alemanno disastri e ridicole bugie

Comunicato del 20 gennaio 2012

“E’ proprio vero non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire. Gli appelli lanciati dalle istituzioni locali, come nel caso del Municipio XI, la serrata voluta dalla proprietà il 4 gennaio scorso, lo sciopero indetto dalla CGIL delle operatrici dei 3 nidi in convenzione del Gruppo Matarazzo, e ora le nuove mobilitazioni del 23 e del 24 gennaio, non hanno trovato e non trovano ascolto nella Giunta Alemanno. L’Assessore alla Scuola De Palo continua a negare le responsabilità ovvie per i mancati pagamenti delle fatture di ottobre, novembre, dicembre 2011, che hanno comportato il blocco delle retribuzioni e la mancata erogazione della tredicesima, costringendo l’impresa a trasmettere a Roma Capitale e ai Municipi interessati il proprio Documento Unico di Regolarità Contributiva – DURC (a questo link si può visionare il documento inviato oggi http://wordpress.tupone.it/acatarci/wp-content/uploads/sites/4/2012/01/durc_matarazzo.pdf).” – dichiara Andrea Catarci, Presidente Municipio Roma XI

“I nidi pubblici costruiti e pronti non si aprono, il personale non si assume se non quello interinale, i nidi convenzionati non vengono pagati per i lavoro svolto: è l’amara e desolante cronaca della gestione dei servizi educativi da parte della Giunta Alemanno. Forse non è chiaro al Sindaco e ai suoi Assessori – conclude Catarci – che questi servizi sono erogati da PERSONE e che bloccando i pagamenti dovuti si colpiscono centinaia di famiglie, private di prestazioni fondamentali o del proprio reddito vitale.”