da Repubblica.it – Neve, nei municipi ancora buche danni per 60 milioni di euro

Ma il Campidoglio ha solo 2 milioni per tutta Roma. Catarci: “Lavori in economia, le crepe torneranno” . Le strade di Roma rischiano di rimanere un colabrodo.

di CECILIA GENTILE

Neve, nei municipi ancora buche  danni per 60 milioni di euro

Soldi disponibili: 2 milioni di euro. Preventivo di spesa per riparare le buche aperte dalla neve in tutti i 19 municipi: 60 milioni di euro. È evidente che le strade di Roma rischiano di rimanere un colabrodo. Perché, per il momento, non si sa se e da dove arriveranno i soldi che servono per gli interventi.

Ieri mattina i tecnici dei vari municipi sono stati convocati in Campidoglio e dal vicecapo di gabinetto del sindaco Giammario Nardi hanno ricevuto la richiesta di ridimensionare i preventivi e a presentare un nuovo elenco degli interventi irrinunciabili. “Una specie di emergenza delle emergenze  polemizza il presidente del municipio XI Andrea Catarci  Il nostro preventivo per 82mila e 300 metri quadrati di buche è stato ridotto da un milione e 897.500 euro a un milione e 300mila euro. Ma la cifra messa a disposizione dal Campidoglio risulta comunque ridicola al confronto”.
“La ricognizione delle buche riaperte per la neve nel nostro territorio  racconta Sandro Medici, presidente del X municipio, zona Tuscolana  ha prodotto un preventivo di 3 milioni e 400mila euro al lordo dell’Iva. Le condizioni dei municipi XVIII, XIX e XX sono ancora più gravi”.

“Quelli messi a disposizione dal Campidoglio  spiega l’assessore ai Lavori pubblici Fabrizio Ghera  sono due milioni di euro all’interno

dell’appalto degli otto lotti per la manutenzione della viabilità principale, soldi già disponibili e non ancora spesi, con i quali le ditte affidatarie dell’appalto stanno riparando una prima tranche di strade”. Gli interventi riguardano Corso Vittorio, viale delle Terme di Caracalla, lungotevere della Vittoria, lungotevere Testaccio, lungotevere Oberdan, lungotevere delle Armi, lungotevere Michelangelo, lungotevere Mellini, lungoevere Prati, viale Kant, via Nomentana, via Tor Tre Teste, via di Torre Spaccata, via di Torre Maura, viale Marconi, via di Vigna Murata, piazza G. B. de La Salle, via Tardini, via Casal del Marmo, via dell’Industria.

“Sono interventi eseguiti in grande economia  dice il presidente del municipio XI Catarci  I nostri tecnici hanno progettato infatti una modalità di ripristino che prevede uno spessore di asfalto di 10 centimetri, 3 di cosiddetto tappetino, la parte più superficiale, composta da materiale più raffinato, e 7 centimetri di sottofondo, realizzato in asfalto più grezzo. Le ditte del Campidoglio, invece, si limitano ad un tappetino di 3 centimetri. Ma in questo modo il ripristino non può reggere, alla prima pioggia si spaccherà di nuovo il manto stradale e saranno necessari altri lavori, con grande spreco di risorse”.
 

(22 febbraio 2012)