Roma Capitale, Bordoni fa demagogia sui Municipi

Comunicato Stampa del 18 aprile 2012

 

 

 

“A differenza degli Assessori capitolini, i Municipi non possono assumere per le proprie segreterie personale a tempo determinato (costo medio 40.000 euro a dipendente, minimo 4 per assessorato), non hanno un budget illimitato di ore di straordinario, hanno 9 dipendenti dell’amministrazione a disposizione e non 15 come gli Assessorati, non hanno la possibilità di instaurare rapporti di consulenza e collaborazione come gli Assessori capitolini che le fanno attraverso i Dipartimenti di riferimento, non hanno la possibilità di effettuare missioni a proprio piacimento. Se davvero si vuole risparmiare basterebbe che gli Assessorati capitolini fossero equiparati alle Presidenze dei Municipi, così facendo si otterrebbero risparmi superiori ai 30 milioni di euro richiamati dall’Assessore Bordoni. Ma è di certo più facile fare demagogia che discutere seriamente nel merito.

L’Assessore Bordoni e il Sindaco Alemanno, che stanno ridisegnando la macchina politico-amministrativa della città in maniera tanto irrazionale quanto autoritaria, vengano ad una discussione pubblica nel Municipio Roma XI, scendano dal piedistallo e riscoprano il valore del confronto democratico.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI