“Acea, il Municipio XI aderisce alla Campagna di Obbedienza Civile”

 

Comunicato del 24 aprile 2012

“La Giunta del Municipio Roma XI  ha aderito all’iniziativa denominata Campagna di Obbedienza Civile e sta invitando i cittadini a richiedere la riduzione della tariffa sul consumo idrico (per informazioni…..).  La campagna consiste nel pagare le bollette successive al 21 luglio 2011 in forma ridotta, come sancito dai referendum dello scorso giugno 2011.”

“Infatti, oltre 27 milioni di italiani e più di un milione di romani si sono espressi in favore dell’uscita dei privati dalla gestione del servizio idrico e di altri servizi essenziali e in favore dell’eliminazione della parte di tariffa relativa alla remunerazione del capitale investito, che incide sulle bollette per una percentuale che oscilla, a seconda del gestore, fra il 10% e il 20%.”

“Poiché Roma Capitale è chiamata in veste di azionista di maggioranza di Acea e di Acea Ato2 a gestire il servizio idrico locale nel rispetto della volontà popolare, si sollecita la Giunta Alemanno a rinunciare all’attuale vendita-svendita del 21% delle azioni dell’azienda ed a ritornare nella legalità procedendo a diminuire immediatamente le bollette inviate ai cittadini. Il 5 maggio, oltre che per la ripubblicizzazione dei servizi , per la difesa di Acea, saremo in piazza anche per denunciare il doppio stravolgimento dell’esito referendario voluto e perseguito in stile autoritario e goffo dal Sindaco.”