Con ‘Sette Giorni’ il Municipio Roma XI rinnova l’impegno sui diritti civili mercoledì 23 maggio alle ore 16 (Sala Consiglio, Via Benedetto Croce 50) la prima del documentario “7 Giorni”

Comunicato del 22 maggio 2012

“Nel Municipio Roma XI è stato istituito ed è operativo il Registro dei Testamenti Biologici e delle Ultime volontà di vita. Si sono fornite delucidazioni a molti e in centinaia hanno proceduto a sottoscrivere il documento, dichiarando di volere o meno i trattamenti quali l’idratazione e l’alimentazione forzate in caso di malattie irreversibili, di desiderare o meno l’assistenza religiosa, i funerali, la cremazione, la donazione degli organi. Il documento, sottoscritto dal tutor, sarà poi archiviato negli Uffici anagrafici.

I Registri locali sono ad oggi, nell’incapacità del Parlamento di licenziare una legge decente, l’unica risposta reale ad una grande esigenza insoddisfatta degli italiani e parlano di libertà e di autodeterminazione. Diversi sondaggi confermano l’orientamento diffuso a favore dei Registri dei Testamenti Biologici, con consultazioni fatte persino nelle parrocchie che hanno dato risultati inaspettati ma incontrovertibili. Fece scalpore qualche anno fa quel 99% dei fedeli di Don Cosimo Scordato che a Palermo, a domanda precisa, si espressero favorevolmente.

A più riprese sono state intraprese vere e proprie crociate contro i Registri. A dicembre 2010 esponenti dell’allora Governo Berlusconi sottolineavano l’illegittimità dei provvedimenti adottati da Comuni e da Municipi X  e XI. Il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, bollava le iniziative come ‘sbagliate sul piano culturale’. Nell’estate 2011 la Camera dei Deputati approvava il Disegno di legge in materia, prevedendo l’obbligo all’accanimento terapeutico e alla somministrazione di medicinali e liquidi per i medici, anche nei casi di irreversibilità dalla malattia o dallo stato vegetativo.

Nel rinnovare l’impegno profuso in questi anni sui temi dei diritti civili e delle libertà personali, che si è sostanziato anche nell’approvazione del Registro delle Unioni Civili (purtroppo non ancora attivo per la consueta mancanza di personale a disposizione!), il Municipio Roma XI ospita il prossimo mercoledì 23 maggio alle ore 16 (Sala Consiglio, Via Benedetto Croce 50) la prima del documentario “7 Giorni”, racconto degli ultimi giorni di vita di Eluana Englaro, dei registi Ketty Riga e Giovanni Chironi. L’iniziativa, organizzata in collaborazione con il Municipio dalla rivista Micromega e dalla Consulta Romana per la Laicità delle Istituzioni, proseguirà con il dibattito pubblico tra Beppino Englaro, Stefano Rodotà, Assuntina Morresi, e Rosaria Elefante. La discussione sarà coordinata dall’Assessore municipale Andrea Beccari. Si tratta di una delle rare occasioni in cui illustri esponenti del mondo cattolico accettano un confronto pubblico sui temi del fine vita. Il Municipio XI è da sempre convinto che incrementare tanto la facoltà di scelta degli individui che la sfera dei diritti civili sia un dovere delle Istituzioni di ogni livello. E lo ribadirà sottolineando al contempo come non si faccia torto a nessuno ampliando la sfera delle libertà personali. Neanche alle autorità ecclesiastiche e tantomeno alla religione cattolica”.

Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI