Acea, per interesse privato il Campidoglio trasformato in un ring

Comunicato dell’11 giugno 2012

Acea, per interesse privato il Campidoglio trasformato in un ring “Il tentato colpo di mano su Acea, con cui il centro destra intendeva cancellare gli emendamenti dell’opposizione, è stato smascherato dall’azione dei consiglieri del centro sinistra e dal presidio democratico permanente che da giorni si tiene in Campidoglio. Alemanno ed i suoi hanno allora perso la testa e si sono rifugiati in motivazioni da azzeccagarbugli e nell’aggressione fisica. Al consigliere Marroni ed ai militanti dei movimenti per l’acqua pubblica colpiti e sbeffeggiati esprimo piena solidarietà e vicinanza.”   “Non solo il destino di Acea ma anche questo clima intimidatorio ed antidemocratico che si respira è questione che riguarda tutti. Il Sindaco ed i suoi pretoriani sappiano che la trasformazione dell’Assemblea capitolina in un ring non ci fa paura e che non riusciranno lo stesso a rispettare l’impegno marchettaro che hanno contratto con pezzi dell’imprenditoria privata cittadina. Con una massiccia e costante presenza, democratica ed antifascista, torneremo a ribadirlo ogni volta che servirà.” – Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI