ACEA: Alemanno bocciato due volte

Comunicato Stampa 12 luglio 2012

ACEA: Alemanno bocciato due volte

“La città ha bocciato Alemanno nel merito della Delibera di alienazione del 21% di ACEA, il Consiglio di Stato lo ha fatto per aver calpestato basilari regole democratiche per aver dato un’impronta autoritaria alla discussione in Assemblea Capitolina. Alemanno si ricordi che è un Sindaco e che a chiamarsi Gliulio Cesare è l’Aula e non lui, accantoni quella ‘marchetta’ su ACEA che persino nella sua maggioranza è mal digerita e porti la discussione su quel bilancio preventivo 2012 che è già in ritardo di 7 mesi e sta portando al collasso i servizi cittadini e la manutenzione urbana. Pomarici invece prenda atto di aver avuto una gestione del confronto volta sola a garantire interessi di parte. Ne sono testimoni Comitati, Associazioni, Presidenti, Assessori, Consiglieri Municipali e singoli cittadini. Inoltre, li ha  ripetutamente espropriato del diritto di partecipare alle sedute, prenda atto di tutto ciò  e si dimetta da Presidente dell’Assemblea Capitolina.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente Municipio Roma XI