Emergenza Abitativa: 30 famiglie si rifugiano in una scuola a Tor Carbone, subito intervento a sostegno

Comunicato Stampa del 21 agosto 2012

Emergenza Abitativa: 30 famiglie si rifugiano in una scuola a Tor Carbone, subito intervento a sostegno

“Trenta famiglie con più di 20 minori in età scolare e prescolare al seguito, cittadini sudamericani con regolare permesso di soggiorno, si sono rifugiate presso un edificio abbandonato in via di Tor Carbone. Il Municipio XI, l’Associazione Prociv Arci Brigata Garbatella e il Gruppo XI dei Vigili Urbani, con il Nucleo Assistenza Emarginati, hanno portato un primo sostegno ed avviato un censimento per indirizzare a appropriati percorsi di integrazione. Alcuni bambini sembra siano già iscritti in scuole di altri territori, mentre una parte di essi ha necessità di essere inserita prima dell’imminente inizio dell’anno scolastico.” – dichiarano Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI e Nicola Cefali, Assessore alla Scuola del Municipio Roma XI
“La disperazione per la mancanza di una casa, unitamente alla crisi economica che colpisce pesantemente vecchi e nuovi Romani, moltiplica ogni giorno di più le emergenze sociali. Roma, però, è oggi una città strabica, in cui si scaricano sui sempre più indeboliti servizi sociali territoriali gli oneri degli interventi, destinando nel contempo le risorse per l’assistenza e l’accoglienza ad Assessorati centrali che neanche vedono quello che succede e, se lo vedono, si voltano immediatamente dalla parte opposta.”
“Gli ambienti in questione sono malsani al punto da aver indotto l’Istituto Alberghiero limitrofo, che li usava per alcune attività decentrate, a dismetterli. Il Municipio Roma XI, proprio uno di quegli Enti sulla cui testa si sta prospettando una riforma definita unilateralmente e autoritariamente dalla Giunta Alemanno, è sul posto a inventare una risposta concreta, senza i necessari mezzi a disposizione. Si attende il solerte sostegno del Campidoglio – concludono Catarci e Cefali -, a cui il Municipio ha chiesto di organizzare un intervento congiunto dopo aver informato ufficialmente della situazione .”