Rebibbia: misure alternative per non morire di carcere

Comunicato Stampa del 6 settembre 2012

Rebibbia: misure alternative per non morire di carcere

“E’ di oggi la notizia dell’ennesimo suicidio in carcere, il quarto nel Lazio solo nel 2012 (13 già le morti in totale nell’anno negli istituti penitenziari),  Luigi Del Signore 71 anni, che avrebbe terminato la sua condanna nel 2015, si è tolto la vita impiccandosi con un lenzuolo all’interno della sua cella singola di Rebibbia. E’ necessario incentivare l’utilizzo delle misure alternative per far scontare le pene fuori dagli istituti penitenziari, disumanamente affollati. Il Municipio Roma XI promuove da anni iniziative in tal senso, in collaborazione con l’associazione il Viandante e le altre realtà del territorio. Ma è veramente troppo poco quello che in generale si produce nel progettare e realizzare percorsi di reinserimento sociale e lavorativo. Ogni evento luttuoso come quello odierno chiama in causa l’insieme delle Istituzioni e della società che non possono restare sorde e mute.” –  dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI