Casa: Sfratti e dismissioni, si fermi il massacro sociale

Comunicato Stampa del 20 settembre 2012

Casa: Sfratti e dismissioni, si fermi il massacro sociale

“In questi giorni a numerosi inquilini, abitanti negli stabili delle Fondazioni nate al posto degli Enti Pubblici Previdenziali, rischiano concretamente di essere messi per strada da un momento all’altro, per non essersi adeguati ad un aumento del canone di affitto di circa il 100% e alla vendita degli alloggi a cifra. Sono iniziati infatti gli sfratti voluti e ottenuti dai vertici delle Fondazioni.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente Municipio Roma XI

“Sulla questione il Municipio Roma XI ha organizzato sedute del consiglio dedicate ed ha più volte scritto al Sindaco e al Prefetto. Sta per scoppiare definitivamente una bomba sociale ad orologeria, rappresentata da decine di migliaia di persone, che vivono negli stabili degli Enti Previdenziali privatizzati. Si chiamano Enpaia, Enasarco, Enpam, Cassa Ragionieri, Cassa Geometri…, Enti che hanno formato i patrimoni con agevolazioni per il settore pubblico, che poi sono entrati in regime privatistico e si sono lanciati in disastrose operazioni finanziarie: ora intendono recuperare soldi sulla pelle degli inquilini.”

“Nell’annunciare il sostegno alla fiaccolata in Piazza Santi Apostoli, che il sindacato ASIA/USB ha promosso sul tema, il Municipio XI – conclude Catarci – si unisce alla richiesta di una moratoria immediati degli sfratti, degli aumenti d’affitto e delle dismissioni del patrimonio.”