Carta Roma, Belviso chiama direttamente i centri anziani che protestano

Comunicato stampa dell’11 dicembre 2012

Carta Roma, Belviso chiama direttamente i centri anziani che protestano

“Roma Capitale non ha risorse per garantire un funzionamento decente dei servizi sociali ed alla persona, per la manutenzione di scuole, edifici e strade, per le aree verdi, per la cultura e lo sport. Ma la Giunta Alemanno non rinuncia a speculare sulle difficoltà economiche, istituisce Carta Roma, trova 6 milioni per erogare 300 euro a chi ha un Isee inferiore ai 12.550 euro annui e conclude l’operazione mandando 150 operatori comunali nei Centri Anziani, alla faccia dei problemi di bilancio.”

“Se accade che qualcuno dai Centri protesta, sia per le modalità inconsuete che per gli spazi da mettere a disposizione, viene raggiunto da una chiamata diretta dell’Assessora e Vicesindaca Belviso. Quella arriva di sicuro, i 50 euro a bimestre per sei mesi forse non arriveranno mai, ma in questo modo si stabiliscono contatti e si fanno promesse che possono tornare utili per le imminenti elezioni! Insomma, una vergogna vera e propria che fa tornare alla mente quei frangenti in cui si regalava una scarpa prima delle elezioni e l’altra dopo…” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI