Primarie, consegnate 1.200 firme per primarie che rischiano di essere distruttive

Primarie, consegnate 1.200 firme per primarie che rischiano di essere distruttive

“Sono state consegnate alla coalizione di centro sinistra ‘Italia Bene Comune’ le oltre 1.200 firme che sostengono la mia candidatura alle Primarie per la Presidenza del Municipio che da Undicesimo è stato recentemente trasformato in Ottavo.
Con l’appuntamento del prossimo 7 aprile, che arriva in un contesto nazionale segnato dai primi e complicati passi del nuovo Parlamento, si è chiamati a dare maggior forza ad una coalizione che si candida a governare Roma raccogliendo la sfida lanciata dal M5s e confrontandosi con la disastrosa eredità di Alemanno. Esso è un’occasione per dispiegare l’iniziativa, proporre idee, programmi e competenze, sollecitare l’ascolto collettivo e la partecipazione, parlare al cuore ed alla testa dei Romani. Nei Municipi dove si è governato, e bene, nel mezzo dello sfascio portato da Alemanno in ogni campo, si è pure chiamati a declinare la voglia ed il bisogno di cambiamento che si respira a Roma nella continuità con i risultati positivi ottenuti dall’Ente municipale.
Al contrario le Primarie stanno già diventando un regolamento militare di conti tra le diverse anime e, peggio, l’occasione per dissociarsi da esperienze di governo locale di cui si è fatto parte e di cui si faceva vanto collettivo fino a poche ore fa. E’ proprio il caso del Municipio Roma XI (ora VIII), dove si sono coniugati conflitti, consenso diffuso e risultati elettorali, trasformando in roccaforti del centro sinistra quartieri che fino a 10-12 anni fa erano controversi ed in bilico. Possibile che né le forze politiche cittadine né i numerosi candidati e candidate a Sindaco vedano questo pericolo di distruttività delle nostre stesse esperienze e sentano l’esigenza di dire una parola chiara e definitiva? O davvero c’è qualcuno così miope da perseguire l’obiettivo di utilizzare le primarie per amputare la coalizione delle sue componenti di sinistra, magari proprio nei territori dove più è insediata?
A tutto questo sapremo rispondere con i fatti. Lo faremo continuando ad investire nella coalizione Italia Bene Comune e prendendo parte a Primarie che mettono in discussione il nostro stesso operato. Ma sia chiaro che chi persegue come prioritari interessi di partito o corrente, proprio mentre Laura Boldrini e Pietro Grasso vengono eletti alle Presidenze di Camera e Senato, si prende una grande responsabilità.”
Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI