Emergenza Abitativa: sfratti degli Enti previdenziali a rischio coesione sociale, si fermi il massacro.

Comunicato Stampa del 18 aprile 2013

Emergenza Abitativa: sfratti degli Enti previdenziali a rischio coesione sociale, si fermi il massacro.

“Solo sul territorio del Municipio Roma XI nei prossimi dieci giorni sono in programma circa venti sfratti, tutti per volontà della Fondazione ENPAIA ex Ente Previdenziale. Le famiglie coinvolte sono quelle più colpite dalla crisi economica, ceti medi che non possono sostenere in questo momento storico aumenti spropositati dei canoni di affitto o l’acquisto a prezzo di mercato di immobili che sono stati in loro possesso per decenni. Non è possibile che la soluzione ad una problematica, che sta diventando sempre più ampia non solo sul territorio locale ma nell’intera capitale, sia l’utilizzo della forza pubblica per mettere in strada migliaia di persone che chiedono solamente che gli venga riconosciuto uno dei diritti fondamentali: quello all’abitare.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI e candidato di Roma Bene Comune per la Presidenza del Municipio Roma XI (ora VIII)

“Nell’ottica di interventi che possano agevolare il dialogo, in modo da evitare che la tensione sociale aumenti e degeneri in modo incontrollato, Roma ha bisogno di ascolto dei bisogni, cosa che è stata negata dall’insediamento della Giunta Alemanno. Per Roma e per i più deboli da maggio è necessario voltare completamente pagina – conclude Catarci -.”