Difendere la scuola come Bene Comune da rilanciare

COMUNICATO STAMPA 19 giugno 2013

Difendere la scuola come Bene Comune da rilanciare

“Non si arresta il taglio sistematico di fondi e risorse alla scuola pubblica ed in particolare a quella primaria. Per il nuovo anno scolastico 2013/14, con gli alunni in aumento, si annuncia per la città di Roma un’ulteriore riduzione delle risorse a disposizione nonché del numero delle cattedre.”

“Nel frullatore dei tagli finiranno anche gli insegnanti di sostegno, con il rischio concreto di mettere a repentaglio la garanzia del diritto allo studio dei bambini diversamente abili, in particolare quelli con handicap sensoriali che vedranno dimezzata la presenza dei docenti specializzati, penalizzando anche l’offerta educativa. Da settembre si prevede, poi, la riduzione delle classi a tempo pieno. Con il Ministero che metterà a disposizione della città di Roma solo 14.062 insegnanti, rispetto ai 14.501 docenti necessari per mantenere gli standard attuali.”

“Per impedire che tutto ciò avvenga il Coordinamento Scuole Elementari di Roma ha dato appuntamento alle famiglie, ai rappresentanti istituzionali ed ai cittadini tutti sotto il Ministero dell’Istruzione in viale Trastevere, per giovedì 20 giugno alle ore 17. Il Municipio Roma VIII ex XI aderisce all’iniziativa in difesa della scuola pubblica, Bene Comune del nostro Paese, ed invita gli altri Enti Municipali ad unirsi alle mobilitazioni in corso.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma del Municipio Roma VIII (ex XI)