Sanità: il Santa Lucia ancora a rischio chiusura, serve intervento per metterlo in sicurezza


st1\:*{behavior:url(#ieooui) }

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Comunicato Stampa del 15 luglio 2013

Sanità: il Santa Lucia ancora a rischio chiusura,

serve intervento per metterlo in sicurezza

“La Fondazione Santa Lucia e il suo Ospedale, eccellenza nella sanità regionale e nel Paese, restano a rischio chiusura.”

“Negli anni passati la prestigiosa struttura è stata più volte sull’orlo del collasso per le dissennate politiche di una Regione a guida Polverini che pretendeva prestazioni che poi non pagava. In una definizione rapida della situazione pregressa è necessario ridefinire alla base le modalità della relazione tra la Fondazione e l’Ente regionale e restituire normalità tanto alla direzione che ai lavoratori ed all’utenza.”

“Ad oggi l’Ospedale specialistico nella riabilitazione deve ancora avere decine milioni di euro per le prestazioni erogate negli passati. La speranza e l’augurio è che si possano superare gli ostacoli del momento, per salvaguardare l’esistenza di una struttura unica nel suo genere ed indispensabile non solo per gli abitanti del territorio ma per tutti quelli che hanno bisogno di cure e riabilitazioni ai massimi livelli.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII (ex XI)