AMA: cassonetti rotti e stracolmi

Comunicato stampa 12 novembre 2013

AMA: cassonetti rotti e stracolmi

“All’interno del progetto di riqualificazione urbana di Giustiniano Imperatore, oltre ad abbattere e ricostruire i palazzi pericolanti, si è proceduti con la riqualificazione di una parte del quartiere San Paolo, in particolare in via della Villa di Lucina, dove tra le altre cose si sono realizzati dei cassonetti a scomparsa che, grazie ad un sollevatore elettrico, salgono in superficie solo nel momento dello svuotamento. Oltre ad essere guasti ed inutilizzabili da diversie settimane (si veda la foto al seguente link http://wordpress.tupone.it/acatarci/wp-content/uploads/sites/4/2013/11/CASSONETTI_A_SCOMPARSA.jpg ), occupano una considerevole porzione di marciapiede e, malgrado ciò, la richiesta di intervento rivolta all’AMA è rimasta disattesa.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII.

“La situazione non migliora se ci si guarda intorno ed in particolare sulla raccolta dei rifiuti. E’ il caso di Garbatella, in via Passino, dove i cassonetti appaiono stracolmi da giorni e i cittadini, esasperati, sono costretti a gettare le buste al di fuori degli appositi contenitori (si veda la foto al seguente link http://wordpress.tupone.it/acatarci/wp-content/uploads/sites/4/2013/11/VIAPASSINO_SECCHIONI.jpg ).”

Questa situazione è figlia di un passato recente che fatica a far emergere le buone intenzioni del presente. Per il futuro, però, se si vuole realmente cambiar passo e procedere ad una gestione della raccolta e del trattamento dei rifiuti in modo moderno ed efficiente, è necessario prevedere oltre a nuovi contratti di servizio con le aziende fornitrici di servizi pubblici anche dei sub-contratti municipali – conclude Catarci –, in cui gli Enti territoriali possano recitare la parte relativa al controllo e agli indirizzi programmatici, indispensabile per far in modo che i servizi essenziali funzionino al meglio.”