Garbatella: partono i lavori per la realizzazione del Parco

Comunicato stampa 03 dicembre 2013

Garbatella: partono i lavori per la realizzazione del Parco

“Dopo che negli anni passati si è riusciti a recuperare l’ampia area verde a due passi dalla sede della Regione Lazio, dopo che con il contributo fondamentale di Legambiente Garbatella si è riusciti a realizzare gli orti urbani, un roseto,  un giardino zen, partono finalmente i lavori per la realizzazione del Parco attrezzato di via Rosa Raimondi Garibaldi, alla Garbatella.” – dichiarano Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII e Emiliano Antonetti, Assessora all’Ambiente del Municipio Roma VIII

“E’ una notizia storica per i cittadini del quartiere, per le associazioni, per tutti coloro che negli ultimi 16 anni hanno lottato, piantato e curato amorevolmente questo giardino, che è un luogo di socialità amato e frequentato. Si ringrazia la Regione Lazio per la donazione di 100 alberi e per la promessa di contribuire al completamento dei lavori e Roma Capitale per l’avvio dei lavori. Infine, un sentito grazie va al Municipio che ci ha sempre sostenuto in tutti i momenti, soprattutto quelli difficili e che è chiamato a completare l’opera con lo spostamento del limitrofo mercato.” – prosegue Tommaso D’Alessio Presidente Circolo Garbatella di Legambiente.

“Il progetto prevede la bonifica delle superfici, la realizzazione di vialetti con relativa illuminazione, piazzole di soste con delle panchine, dune anti rumore, un percorso vita e un’area cani. Il luogo in passato è stato mal utilizzato per grandi eventi ed è stato sottratto dalla partecipazione attiva, costante e battagliera della cittadinanza e diversi piani speculativi: Da ultimo la scorsa estate ha subito il distruttivo e macabro attacco che si è sostanziato nell’abbattimento di 80 alberi.”

“Quella attuale dopo tanti sforzi dal basso, è la dovuta attenzione istituzionale che, sebbene con gran ritardo, apre la strada al recupero definitivo dell’intero spazio. Di questo si ringrazia l’Assessora Comunale Estella Marino e tutti quelli che hanno contribuito ad avviare concretamente la fase di realizzazione.”– concludono AntonettiCatarci